Attivi e in forma dopo i 50 anni con l’aiuto delle mandorle

Per mantenere in salute il nostro organismo dopo il giro di boa dei 50 anni sono fondamentali una dieta corretta e una buona dose di attività fisica. In questo modo è più semplice allontanare il rischio di malattie del cuore, pressione alta, colesterolo e diabete. La frutta secca è ricca di componenti nutrizionali fondamentali per mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata. In particolar modo le mandorle sono un frutto che non dovrebbe mai mancare in una dieta bilanciata per la silver age, scopriamo assieme il perché.

Buone per il cuore, ma non solo

Le mandorle tengono a bada il colesterolo e proteggono il cuore grazie alla qualità dei loro grassi che contribuiscono ad abbassare notevolmente il livello di colesterolo LDL. Inoltre questa tipologia di frutto secco contiene un’elevata concentrazione di nutrienti essenziali come ad esempio la vitamina E, un potente antiossidante che protegge l’organismo da diverse patologie degenerative. Le proprietà benefiche delle mandorle però non interessano solo l’apparato circolatorio.

Grazie alla presenza importante di vitamine del gruppo B, soprattutto niacina, riboflavina, folati, e di sali minerali quali il magnesio e il potassio, le mandorle contribuiscono al buon funzionamento dell’attività muscolare e nervosa agevolando le attività metaboliche dell’intero organismo.

Anche il significativo contenuto di calcio rende la mandorla un frutto altamente raccomandato per le persone che hanno superato i 50 anni. Il calcio è un nutriente fondamentale per il mantenimento della normalità ossea, e dell’intero apparato scheletrico, che superati i 50 anni è bene rinforzare proprio attraverso un maggior consumo di cibi o bevande ricche di questo elemento. Mangiare mandorle inoltre è un buon modo per mantenere in salute l’intestino e l’apparato digerente. Grazie alla presenza di fibra,infatti, le mandorle contribuiscono a migliorare i movimenti intestinali e ad aumentare il senso di sazietà, il che risulta molto utile se si segue un regime alimentare volto alla perdita o al mantenimento del peso. Allo stesso tempo sono praticamente prive di zucchero, sodio e colesterolo.

Quantità consigliata

Secondo i nutrizionisti, la frutta secca andrebbe consumata ogni giorno, senza esagerare in quanto rappresenta un nutriente mediamente calorico. Per quanto riguarda le mandorle, la dose quotidiana in un regime nutrizionale normale è di 23 mandorle al giorno, pari all’incirca a 28 gr di prodotto. Uno dei metodi migliori per usufruire dei benefici apportati dal consumo di mandorle è quello di abituarsi a consumarle con regolarità. Questo perché studi recenti hanno evidenziato come sia proprio l’abitudine al consumo a incrementare i benefici apportati dagli alimenti sani, in quanto è proprio un corretto atteggiamento nutrizionale che, se protratto nel tempo garantisce il mantenimento della salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here