Verdure verdi contro il rischio cataratta? Risponde l’esperto

2

Mangiare verdure verdi, specie quelle a foglia larga, per allontanare il rischio di cataratta? A rispondere al dubbio ci pensa Paolo Vinciguerra, responsabile di Humanitas Centro Oculistico e docente di Humanitas University.

Secondo l’esperto, è vero: «Alimenti come verdure a foglia verde, cereali integrali, legumi e, in generale, tutti gli alimenti ricchi di vitamina K – spiega – hanno dimostrato di contribuire a rallentare il rischio di cataratta. Sebbene recenti studi abbiamo dimostrato che la carenza di vitamina K sia un fattore protettivo un po’ più specifico per il mantenimento della trasparenza del cristallino, tuttavia, anche tutte le altre vitamine sono importanti per la salute dell’occhio. Infatti le avitaminosi, cioè le carenze di vitamine, in generale sono associate a danni alla trasparenza e quindi alla cataratta».

«Per esempio – continua Vinciguerra – sono ormai noti i benefici della vitamina E per gli occhi, ma anche la vitamina D aiuta nella terapia dell’occhio secco. Infine, l’alimentazione seppur ricca di tutte le vitamine, da sola non sembra essere sufficiente a evitare la cataratta. Il fatto che si stia riducendo l’età in cui compare la cataratta, e oggi anche una popolazione di pazienti più giovani e che si alimentano meglio ne soffre, sembra indicare che, forse, entrano in gioco anche alcuni fattori ambientali noti e altri che non stiamo osservando».

Sappiamo che l’inquinamento elettromagnetico, i raggi X, ultravioletti e infrarossi sono causa di cataratta, «ma ancora sappiamo poco di come i campi di wifi, dei cellulari, delle tv, delle radio e degli schermi influenzano la salute del cristallino», conclude l’esperto.

Abbiamo parlato di cataratta anche qui: leggi il nostro articolo su un rivoluzionario metodo di cura 

Humanitas è un ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di Humanitas University, Ateneo dedicato alle Scienze mediche.

All’interno del policlinico si fondono centri specializzati per la cura dei tumori, delle malattie cardiovascolari, neurologiche e ortopediche, oltre a un Centro Oculistico e a un Fertility Center. Humanitas è inoltre dotato di un Pronto Soccorso Eas a elevata specializzazione.
Primo policlinico italiano certificato per la qualità da Joint Commission International, l’ospedale è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale. Humanitas promuove la salute, la prevenzione e la diagnosi precoce attraverso attività ambulatoriali e servizi avanzati e innovativi.
Riconosciuto dal Ministero come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs), Humanitas è punto di riferimento mondiale per la ricerca sulle malattie legate al sistema immunitario, dai tumori all’artrite reumatoide.

Humanitas Research Hospital è l’ospedale capofila di un gruppo presente a Milano, Bergamo, Castellanza (VA), Torino e Catania.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here