La Regione Piemonte ha ufficializzato che per il prossimo inverno il vaccino antinfluenzale sarà gratis per gli over 60 piemontesi grazie a 1,1 milioni di dosi la cui distribuzione comincerà a partire dalla fine di ottobre. L’annuncio è stato dato durante i lavori della  commissione regionale sanità, presieduta da Alessandro Stecco. Che sull’argomento ha pubblicato anche un post sulla sua pagina facebook: “ Il Vaccino antinfluenzale questo inverno sarà gratuito per gli over 60. Sarà inoltre disponibile già da fine ottobre, anche per poter aiutare i medici a distinguere febbri e sintomi che possono essere provocati da un’altra causa, come ad esempio nel caso del possibile ritorno del Covid”.

Vaccino antinfluenzale e Coronavirus

È infatti bene ricordare che il vaccino antinfluenzale non protegge dall’infezione da coronavirus e di conseguenza non rappresenta una barriera protettiva contro l’insorgere della patologia da Covid-19. Ma la sua somministrazione ai soggetti fisicamente più fragili come gli over 60 permetterà ai medici di riconoscere meglio un paziente affetto da coronavirus, visto che la sintomatologia è sovrapponibile almeno nelle prime fasi della malattia. Anche per questo motivo in Piemonte il vaccino antinfluenzale sarà gratis per gli over 60.

Più di un milione di dosi

L’assessore alla Sanità Luigi Icardi,come riporta il sito ufficiale della Regione Piemonte, ha dichiarato che “la Regione si è aggiudicata un quantitativo nettamente superiore. Le dosi previste sono infatti 1.100.000, rispetto alle 750.000 dello scorso anno. In questo modo – ha sostenuto Icardi – pensiamo di poter soddisfare i fabbisogni aggiuntivi legati all’introduzione della vaccinazione antinfluenzale gratuita anche nei soggetti con più di 60 anni, mentre negli anni scorsi lo era per gli over 65. L’Assessorato ha inoltre intenzione di anticipare la campagna di promozione della vaccinazione antinfluenzale già nei mesi di agosto e settembre per essere pronti, compatibilmente con le forniture, ad iniziare le vaccinazioni dal mese di ottobre”.

È ancora troppo presto però per ipotizzare un ritorno del covid-19 nei mesi invernali, attualmente diversi studi scientifici stanno sottolineando come il virus abbia perso carica virale risultando meno infettivo.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here