Una passeggiata in compagnia per mantenere giovane il cervello

Superata una certa età per mantenersi in forma a volte basta fare una bella passeggiata. Meglio se in compagnia. Questo è il consiglio di Assomensana.

L’associazione di neuropsicologi no profit, durante la dodicesima edizione della Settimana di Prevenzione dell’invecchiamento Mentale (23-29 settembre), ha dato vita all’iniziativa: Ginnastica-Mente-Insieme.

Un evento gratuito organizzato in più di 200 città italiane. Ha previsto una camminata di un’ora e mezza in compagnia di uno specialista che avrà il compito di insegnare ai partecipanti come mantenere in forma il cervello attraverso la ginnastica e la socializzazione. Questo perché l’esercizio fisico unito alla socialità aiuta il cervello a mantenersi in salute rallentando il declino cognitivo e l’insorgere di patologie come la demenza senile.

Più movimento, meno vita sedentaria

La vita sedentaria e la solitudine rappresentano due fattori di rischio sia per l’organismo, che se poco stimolato rischia di contrarre patologie come diabete e malattie cardiache, sia per la mente, che può essere colpita da declino cognitivo e demenza. Unire il movimento alla socialità attraverso lunghe camminate rappresenta,quindi, un toccasana per tutti coloro che hanno superato i 70 anni e che vogliono mantenersi in forma in maniera naturale e divertente.

Stile di vita corretto, anche per la mente

Secondo gli specialisti di Assomensana per mantenere un corpo e una mente in salute è bene seguire uno stile di vita corretto, svolgendo sia esercizi fisici che mentali. Anche socializzare e ampliare la propria rete di conoscenze è un metodo per allenare la materia grigia ed è per questo che sono state organizzate le camminate della salute che hanno l’obiettivo di unire all’utilità del movimento gli stimoli che derivano dai rapporti umani.

Durante le passeggiate, gli esperti di Assomensana hanno fornito le indicazioni necessarie per adottare stili di vita corretti e in grado di mantenere il cervello in forma durante tutte le età, anche attraverso giochi di logica da fare lungo il tragitto. Inoltre, uno degli obiettivi dei promotori dell’iniziativa è quello di favorire la socializzazione tra i partecipanti in modo da spronarli a ripetere l’esperienza in compagnia di amici e parenti.

Oltre alle camminate della salute, durante la settimana di Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale, è stato possibile fare un check-up gratuito della durata di 45 minuti attraverso il quale sarà possibile monitorare il funzionamento delle attività cognitive come memoria, attenzione e concentrazione. Al termine del test ai partecipanti sono stati forniti suggerimenti e indicazioni su come mantenere in forma la dinamicità e la flessibilità del cervello. Alla manifestazione hanno aderito oltre 350 specialisti che hanno valutato le condizioni cognitive dei partecipanti, proponendo loro esercizi personalizzati di ginnastica mentale.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here