fbpx

Una nuova farina per rallentare la risposta degli zuccheri presenti nel sangue

Come sostituire il lievito

Sostituire i carboidrati raffinati con una nuova farina: è la proposta che viene da un team di ricercatori del Quadram Institute e del King’s College di Londra. I carboidrati raffinati sono presenti nella stragrande maggioranza degli alimenti industriali e il loro consumo a lungo andare è stato correlato all’insorgenza di diverse patologie tra cui il diabete di tipo 2.

La nuova farina diminuisce la risposta glicemica

Stando a quanto dichiarato dai ricercatori, questo nuovo ingrediente denominato PulseON, a differenza della normale farina utilizza delle particolari fibre alimentari, prelevate dai legumi, grazie alle quali è possibile rallentare la risposta degli zuccheri presenti nel sangue agli alimenti trasformati. Questo si tradurrebbe in una minor risposta glicemica da parte dell’organismo.

PulseON: la nuova farina e i dati dei ricercatori

I ricercatori hanno già realizzato un particolare tipo di pane a base di grano bianco e PulseON. Il pane in questione è stato somministrato a un campione di volontari che ha mostrato una notevole riduzione ( 40% circa) della risposta glicemica. Un dato da sottolineare è quello che vede il pane a base di PulseON molto simile per proprietà organolettiche al pane tradizionale.

Un prodotto per chi cerca di controllare lo zucchero nel sangue

Il pane ottenuto risulta particolarmente utile per tutti coloro che intendono mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, per esempio i pazienti che soffrono di diabete di tipo 2. Lo studio su questo nuovo tipo di farina è stato presentato sulla rivista specializzata Food Hydrocolloids, Caterina Edwards, una ricercatrice del Quadram coinvolta nel progetto ha dichiarato che: “Incorporare il nostro nuovo tipo di farina nel pane e in altri alimenti di base offre l’opportunità di sviluppare la prossima generazione di prodotti alimentari a basso indice glicemico per sostenere le misure di salute pubblica e per migliorare la salute attraverso diete migliori”.

Andrea Carozzi

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!