fbpx

Un aiuto contro l’obesità potrebbe arrivare dalle carrube

Le carrube sono i frutti dell’albero Ceratonia siliqua, comunemente chiamato carrubo. Questi frutti sono a tutti gli effetti dei legumi, dato che il carrubo viene fatto rientrare nella famiglia delle leguminose (Fabaceae). I frutti del carrubo sono raggruppati in baccelli lunghi circa 15 cm e contenenti semi durissimi, rotondi e dalla forma piatta.

Carrube e alimentazione

Da sempre le carrube vengono impiegate in alimentazione, sia umana che animale. Nell’industria alimentare, ad esempio, vengono utilizzate come additivo in quanto la polpa cruda di questi frutti ha un gusto molto simile a quello del cacao.

Farina di carrube alimento anti obesità

Grazie a un’indagine portata avanti da un team di ricercatori della Osaka City University (Giappone) si è visto come l’estratto di polvere di questi frutti possa essere utilizzato per promuovere un effetto anti obesità. Questo perché l’estratto della polvere di carrube inibisce l’attività della glicerina 3-fosfato deidrogenasi (GPDH), un enzima che limita la velocità con la quale si sintetizzano i grassi. Sulla base di questi risultati, i ricercatori credono che la polvere dovrebbe diventare un prodotto alimentare, probabilmente un integratore, proprio per prevenire quelle malattie collegate alla stessa obesità.

L’esperimento sui topi

Per arrivare a queste conclusioni il team di ricerca dell’Osaka City University ha eseguito uno studio su di una colonia di topi da laboratorio obesi. Una parte dei roditori è stata nutrita con l’estratto di polvere di carrube mentre l’altra parte è stata lasciata libera di alimentarsi normalmente. L’esperimento è durato 52 giorni al termine dei quali è stata rilevata una evidente diminuzione del grasso corporeo nei roditori alimentati con polvere di carrube.

La farina di carrube funziona anche con gli esseri umani?

L’utilizzo di polvere o meglio di farina di carrube in regimi alimentari che mirano alla perdita di peso non è stata ancora sperimentata su gli esseri umani ma è possibile che in un prossimo futuro possano venir messi a punto degli alimenti a base di farina di carrube proprio per favorire la perdita di grasso corporeo nei soggetti obesi ultracinquantenni, ossia nelle persone che hanno più difficoltà a perdere peso.

Andrea Carozzi

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!