fbpx

Turismo virtuale, l’ultima frontiera dei viaggi nata in tempo di pandemia

Uno dei settori economici più colpiti dalla pandemia da Covid-19 è sicuramente quello turistico. Il blocco dei viaggi fisici ha contribuito all’incremento di una nuova tendenza, quella dei viaggi virtuali. Secondo un comunicato emesso dalla Afp (Agence France-Presse) durante la pandemia si è assistito a un aumento di applicazioni e hardware dedicate alle esperienze di turismo virtuale.

Il turismo virtuale

Grazie alla disponibilità di nuovi VR che trasmettono video realizzati attraverso speciali videocamere capaci di registrare in tre dimensioni, le esperienze di virtual travel sono e saranno sempre più appaganti, segno di come il settore tecnologico sia stato influenzato dalle recenti restrizioni sugli spostamenti causati dalla pandemia.

A trarne beneficio è stato così il settore del cosiddetto “turismo virtuale” come ha sottolineato Cezara Windrem, un imprenditore che ha creato Alcove VR, una nuova piattaforma che si interessa proprio ai viaggi turistici nel mondo virtuale.

Come funzionano le app

Le applicazioni create per supportare questo nuovo tipo di turismo permettono agli utenti che le utilizzano di visitare luoghi lontani migliaia di chilometri stando comodamente seduti sul proprio divano. Tra i luoghi mappati da questa nuova tecnologia, la barriera corallina australiana, le piramidi in Egitto oppure l’isola di Malta. Una delle funzioni più innovative di questo sistema è la possibilità di organizzare un tour virtuale in compagnia della propria famiglia o dei propri amici, proprio come accade nei viaggi reali.

Turismo virtuale: l’importanza dei VR di ultima generazione

I visori utilizzati per immergere gli utenti all’interno di un viaggio esotico sono sempre più “user friendly”, sempre più economici e sempre più avanzati a livello tecnologico in termini di risoluzione e di nitidezza. Queste caratteristiche sono, infatti necessarie a garantire agli utenti un’esperienza appagante e il più possibile vicina alla realtà. In attesa del ritorno alla normalità, il viaggio virtuale sembra quindi una buona alternativa per poter staccare dalla routine quotidiana concedendosi, almeno per il momento, qualche ora di relax.

Andrea Carozzi

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!