Truccarsi dopo i 50 anni: le mosse per un make up perfetto

A ogni età si può essere bellissime: basta crederci. E il make up, se realizzato con le giuste accortezze, può essere di grande aiuto. Il primo consiglio è questo: non esiste una regola per ogni decennio che passa o un trucco proibito, l’importante è adattare il make up alla linea del viso e puntare su colori che siano in armonia gli uni con gli altri.

Il mascara? Solo sulle ciglia superiori

Con l’arrivo delle prime rughe, il denominatore comune è sempre “less is better”: in linea generale, è meglio puntare sull‘aspetto della pelle piuttosto che sul trucco. Quindi è opportuno aver sempre cura della propria cute (ne abbiamo parlato qui) in modo da avere una “buona base” su cui partire con il make up: siero levigante e crema nutriente sono un’ottima scelta. 

Il primo passo è il fondotinta: scegliamo un buon prodotto di qualità, possibilmente fluido e leggero, in modo da non accentuare le rughe. Per dare luce al viso, talvolta spento, optiamo per un cosmetico che contenga pigmenti caldi (rossi o aranciati). Non dimentichiamoci del fard sulle guance, da sfumare bene. E poi, i punti luce, pochi e delicati: sotto le sopracciglia e vicino al condotto lacrimale.

Rossetto vivace sulle labbra

Gli occhi: evitiamo ombretti iridescenti, perlati o brillantati, meglio stare su un satinato che levighi la palpebra, dalle tinte armoniose e più naturali possibile. Il mascara, volumizzante per le ciglia poco corpose, solo sulla palpebra superiore. 

Sfoggiamo poi un bel rossetto dai toni vivaci e accesi, non importa se sia brillante oppure effetto matt: rosso, fucsia, rosa intenso, ciclamino, porpora. Cosa evitare assolutamente? Le tinte che invecchiano, quindi i rosa pallidi o sabbia, e la matita più scura del rossetto intorno alle labbra, tra l’altro passata decisamente di moda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here