Trovare lavoro a 50 anni: 5 segreti per essere al passo coi tempi

nuovo lavoro a 50 anni

Trovare lavoro a 50 anni può essere una sfida insidiosa e quasi impossibile, ma non è così: vogliamo darvi alcuni consigli per cercare lavoro a 50 anni e più ed orientarsi nel mondo del lavoro. Le offerte di lavoro dopo i cinquant’anni non mancano; non sempre la ricerca del lavoro avviene perché se ne è perso uno ma può esserci la voglia di reinventarsi, cambiare settore o dedicarsi a un impiego più in linea con i nostri desideri. Ecco cinque segreti per essere al passo con i tempi

trovare lavoro a 50 anni consigli

1. Essere motivati e non farsi prendere dal panico

Chi si trova a cercare lavoro a 50 o più spesso lo fa non per sua scelta ma di altri: un licenziamento o la chiusura dell’azienda in cui si lavora da tanto tempo sono colpi difficili da parare. Si tratta di un momento molto difficile, in cui le nostre abitudini cambiano radicalmente ed è del tutto normale provare sensazioni di sconforto e profonda incertezza. Probabilmente non ci eravamo preparati all’idea di domandarsi “che lavoro posso fare a 50 anni?” e proprio per questo è importante avere una forte motivazione. Un grosso aiuto può darlo la nostra rete di supporto: familiari ed amici possono essere fondamentali per non buttarci giù di morale e fare appello ai loro possibili contatti per trovare un nuovo lavoro. Come dibattuto ampiamente nelle passate edizioni del Silver Economy Forum, gli over 50 sono in crescita come percentuale sul totale degli occupati, quindi non bisogna perdersi d’animo!

Le offerte per chi cerca un nuovo lavoro superati i cinquant’anni non mancano, anche se quando ci si riaffaccia per la prima volta nella ricerca di un impiego si nota una preponderanza di offerte per candidati giovani. Oltre ai social network appositamente dedicati al lavoro come Linkedin, o ai portali specializzati, ci sono alcuni siti fatti apposta per trovare un lavoro dopo i 50 anni. Alcuni sono specializzati per alti profili manageriali come exec-appointments.com ma esistono anche altri progetti, come quello dell’azienda Mr. Kelp, impresa toscana che si occupa di offrire posti di lavoro agli over 50.

2. Il curriculum: un preziosissimo alleato

Quando si cerca lavoro, che abbiamo venti, quaranta o cinquanta anni, avere un curriculum curato ed accattivante è indispensabile. Se avete lavorato nello stesso posto per tanti anni senza guardarvi intorno dovreste poi rimettervi mano, impresa non così immediata. Potreste essere tentati dallo sciorinare tutte le esperienze della vostra lunga carriera ma non sempre questa può rivelarsi la mossa vincente. Un curriculum troppo lungo potrebbe essere scartato dai recruiter e non aiutarvi a trovare lavoro.

Il consiglio è di eliminare le date inutili, specie se riferite ad impieghi di oltre 20 anni fa che non sono attinenti alla posizione per cui vi candidate. Concentratevi sugli ultimi quindici anni di carriera e raggruppate in un’unica voce le esperienze fatte in precedenza. Via anche le competenze ormai obsolete: una perfetta conoscenza di Windows 95 non è il dettaglio che farà la differenza.

Dal curriculum è necessario che si capiscano le vostre competenze, la vostra esperienza data dall’età e da una lunga carriera e la motivazione. Fate capire che avete ancora tante energie e voglia di evolvere professionalmente: queste caratteristiche possono costituire un plus rispetto a candidati più giovani o alle prime armi. Mostrate inoltre di essere al passo con le tecnologie e di saperle padroneggiare, anche al di là dei social network. Un curriculum con queste caratteristiche può diventare un alleato preziosissimo, approfittatene!

che lavoro fare a 50 anni

3. Fate un’analisi delle vostre competenze: vi aiuterà a capire qual è il lavoro giusto per voi

Aggiornato il nostro curriculum e fatto un refresh della nostra carriera abbiamo le idee più chiare sulle nostre competenze e su quello che possiamo offrire. Se abbiamo fatto carriera in un particolare settore avremo sicuramente sviluppato una conoscenza approfondita delle sue dinamiche. Potete controllare se ci sono posizioni vacanti in aziende della ex concorrenza, sfruttando a vostro vantaggio la pluridecennale esperienza.

Se avete cambiato più volte azienda siete sicuramente abituati ai nuovi inizi e questo può aiutarvi a non perdervi d’animo qualora il nuovo lavoro non andasse come previsto e voleste di nuovo guardarvi intorno e cercare un altro lavoro. Il mondo del lavoro poi è variegato ma i modi di lavorare, l’organizzazione e tanti altri fattori possono essere utili anche per professioni che non avete mai fatto.

Inoltre potreste mettere a frutto qualche vostra passione, frequentare un corso di aggiornamento per apprendere qualche nuova competenza spendibile nel mercato del lavoro attuale. Un altro consiglio è quello di fare un’analisi dei lavori disponibili e dei vari settori, per concentrarvi solo su offerte che vi interessano veramente

4. Mettersi in proprio e realizzare il sogno di una vita

lavoro cinquant anni

Chi l’ha detto che a 50 anni non possiamo metterci in proprio? Una vita a lavorare in azienda, o comunque alle dipendenze di qualcuno, può portare a farci escludere a priori questa prospettiva. Molti hanno un lavoro dei sogni mai iniziato o abbandonato con qualche rimpianto per uno più sicuro: adesso non scartate a priori questa possibilità.

Se avete sempre lavorato e pianificato bene i vostri risparmi, con la liquidazione del vostro vecchio lavoro potreste valutare di avere denaro a sufficienza per aprire una vostra attività: l’hobby della cucina, del giardinaggio, o del fai-da-te possono essere uno spunto per trasformare una passione ed un campo nel quale hai comprovate abilità e competenze in una fonte di reddito. L’età poi è dalla vostra parte nel saper calcolare bene i rischi e se il vostro business plan vi sembra filare…perché non provarci?

5. Trovare lavoro all’estero a 50 anni: un sogno impossibile?

Un lavoro all’estero a 50 anni può sembrare una di quelle cose che si vedono solo nei film dalla trama non molto verosimile. Ma non è così. Anche se le prospettive e le energie sono diverse rispetto ad una giovane che si trasferisce all’estero non sono poche le persone che ci provano. Secondo il rapporto Migrantes 2018 è aumentato del 20% il numero degli over 50 che nell’ultimo anno si sono trasferiti all’estero. Anche in questo caso la motivazione, lo spirito di adattamento e la pianificazione di tutto quanto può essere utile giocano un ruolo chiave, ma i casi di successo ci sono eccome! In questo caso la spinta per un trasferimento all’estero può essere per ragioni extralavorative. Spesso c’è la necessità di rifarsi una vita dopo un divorzio o una situazione di violenza domestica da cui fuggire. Anche in questo caso non è mai troppo tardi per provarci, se si ha la giusta motivazione

 

Come detto all’inizio, trovare lavoro a 50 anni non è un’impresa semplice e sarebbe sbagliato ridurre il tutto ad un “rimboccarsi le maniche e ripartire”. Tuttavia le occasioni ci sono e soprattutto non bisogna mai perdere la speranza. A cinquanta e passa anni siamo ancora pienamente al passo coi tempi!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here