fbpx

Tirana e dintorni: l’Albania tutta da scoprire

Riconfermato, anche quest’anno, il volo da Genova per Tirana. Una destinazione che, pur portandosi dietro un’immagine antica di terra povera e poco ospitale, da cui tutti scappavano, anno dopo anno si sta sempre più affermando come una nuova meta turistica del Mediterraneo, tutta da scoprire. Il tutto merito anche del grande lavoro dell’ufficio del turismo locale, che negli ultimi anni ha promosso la destinazione con forti investimenti.

Scoprire Tirana

La città di Tirana merita certamente una visita, anche di una sola giornata, per scoprire la sua storia e le sue bellezze nascoste. Il fulcro è proprio il Museo nazionale di storia, il più importante della città. Si può poi proseguire con le visite alla moschea Bey, la Torre dell’orologio e il Museo di Bunk’Art 2 ,un bunker costruito ai tempi della dittatura comunista.

I dintorni della capitale

Merita una visita il porto di Durazzo, uno dei più importanti dell’Albania. Nell’entroterra a Sud di Tirana, Berat, patrimonio Unesco, è conosciuta come la città delle mille finestre. Suggestivo il castello che la sovrasta e le sue chiese, incastonate nella roccia.

Le mille finestre di Berat

Ancora una visita ad Argirocastro: dalla cittadina, in collina, si raggiungono facilmente le bianche spiagge di Saranda, Koamil, Himara, Dhermi: nonostante i grandi alberghi, questi lidi sono ancora poco affollati e i prezzi molto convenienti. Il panorama è da cartolina: le acque cristalline contrastano con la sabbia bianca e le montagne alle spalle.

Le spiagge di Dhermi

Saranda

Personalmente, a me è piaciuta molto Saranda: la trovo una delle città più moderne dell’intera regione. Tante le attrattive e le bellezze da visitare: l’ambiente è naturale e tra i più suggestivi del Paese. Gli amanti dello snorkeling possono fare immersioni alla scoperta di un fondale ricco di flora e fauna marine.

Saranda

Dalle alture di Saranda, dominata da un bellissimo castello, si gode di una incredibile vista sulla baia: nelle giornate limpide si riesce a vedere addirittura una parte di Corfù.

La zona del porto pullula invece di negozi, locali, discoteche e ristoranti dove gustare i piatti tipici della tradizione albanese.

Vale davvero la pena visitare questo Paese, così vicino e bello, ma ancora poco conosciuto.

https://www.visitalbania.al/

Contenuto in collaborazione con Cristina Rebellato – Rebellato Viaggi, Corso Torino 49, Genova.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!