Tecnologici, dinamici e curiosi: ecco l’identikit dei silver italiani

La fotografia dei silver italiani secondo i dati raccolti da Doxa durante una specifica ricerca di mercato dedicata agli over 60

Sono 13,7 milioni e rappresentano quella fascia di età che va dai 60 agli 80 anni. Stiamo parlando dei silver italiani che stando a recenti indagini socio-demografiche appaiono sempre più attivi, curiosi, dinamici e soprattutto tecnologici e al passo coi tempi.

Un quadro che ben si discosta dallo stereotipo dell’anziano inteso come persona fragile e non auto sufficiente. I motivi di questo nuovo modo di vivere la silver age vanno ricercati sia nelle recenti innovazioni tecnologiche, sia in un netto miglioramento della qualità della vita a livello psico-fisico.

I dati raccolti da Doxa durante una specifica ricerca di mercato dedicata agli over 60 immortalano una fascia di popolazione che dichiara di avere uno stato di salute soddisfacente (75% degli intervistati) e di essere completamente autosufficiente (88% degli intervistati) nello svolgere la maggior parte delle attività quotidiane. Non solo. Il 64% dei senior intervistati fa attività fisica regolare, percentuale che si attesta al 55% tra i 76-80enni.

Secondo l’indagine anche per quanto riguarda i rapporti sociali gli over 60 vanno forte. Il 71% di loro vive con il proprio partner, l’85% ha figli e il 65% nipoti. Poco meno della metà vede o sente i figli tutti i giorni. Mentre per quello che riguarda i rapporti di amicizia, il 41% degli intervistati ha dichiarato di intrattenersi spesso in compagnia di amici e amiche per un minimo di una volta a settimana.

I nuovi over 60 stanno al passo coi tempi e sembrano affascinanti dalle nuove tecnologie tanto che il 48% di loro possiede un cellulare o meglio ancora uno smartphone per un totale di 6 milioni di device collegati a internet. Il 39% dei senior possiede e usa abitualmente anche un pc e un ulteriore 10% possiede e utilizza un tablet per navigare sui social network, inviare mail e mantenersi informati.

I dati evidenziano come in generale siano gli uomini a essere più attivi delle donne nel mondo del web. Ovviamente anche l’età è un fattore discriminante nel campo delle nuove tecnologie e se l’80% dei 60-65enni svolge almeno una attività online, la quota scende al 52% tra i 71-75enni e al 37% tra i 76-80enni. Salute e sicurezza sono le aree di maggiore interesse in ambito tecnologico per gli over 60 digitali che dimostrano di avere molta fiducia nell’innovazione digitale, tanto che per il 43% degli intervistati la tecnologia e le sue molteplici applicazioni migliorano e miglioreranno sempre di più la qualità della vita dei silver.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here