Studio Incontri: “I consigli per trovare l’anima gemella”

San Valentino e i single over 50 non sempre vanno d’accordo. Capita sempre più spesso di arrivare alla soglia dei cinquant’anni senza un compagno al proprio fianco, ma smettere di cercare la persona giusta non è la soluzione. È  sbagliato arrendersi o accontentarsi: per vivere una bella storia d’amore servono solo le giuste strategie. Ecco i consigli di  Ornella e Lorenza di Studio Incontri – I consulenti del Cuore.

Lorenza: la società italiana è  una società “matura”, con una vita media che si sta allungando via via ed una sempre maggior percentuale di “over anta” con tanto tempo libero a disposizione. Ma sono uomini e donne soli, dopo un lutto,  oppure un matrimonio fallito, tanti uomini e donne soli che troppo spesso vivono male la loro condizione di single o non hanno modo di confrontarsi e incontrare persone single come loro e ricominciare di nuovo a vivere in felicità.

I sentimenti, l’amore, e perché no l’innamoramento, sono come un elisir di lunga vita; basta lasciarsi andare, aprire la porta del proprio cuore affinché la persona che ci sta cercando ci trovi tra tanti alla ricerca del partner giusto. Non dimentichiamo poi che spesso le persone mature hanno avuto un lungo matrimonio e spessissimo un solo uomo o donna nella loro vita, perciò per molti di loro si tratta proprio di riappropriarsi di un “abc” del corteggiamento che non ricordano più. Non basta fare delle presentazioni tra due persone simili, occorre qualcuno che li guidi e li imposti se necessario.

In questi tempi frenetici, trovare l’amore non è cosa semplice, soprattutto superati i quaranta o i cinquant’anni. Quanti e quali senior si rivolgono alla vostra agenzia?

Ornella: Gli uomini e le donne senior iscritti a INCONTRI – I Consulenti del cuore  rappresentano  oltre il 50% della nostra clientela di fascia medio alta. In realtà possono rivolgersi a INCONTRI tutti coloro che sono soli, celibi e nubili, separati e separate, divorziati e divorziate, vedovi e vedove. Non v’è un limite massimo di età, se la persone è in salute. Il nostro iscritto più “grande”, tanto per fare un esempio, ha compiuto 81 anni di età.

In realtà, seguendo le tendenze della popolazione, solo una “elite” di senior accetta di non perdere l’occasione di prendere la felicità al volo ed avere accanto a sé la persona giusta per intraprendere un altro “pezzettino di vita” insieme. Vi è poi una parte di senior che non sa dell’esistenza di INCONTRI I consulenti del Cuore, cioè una struttura di professionisti specializzata nel trattamento di profili over 50.

Infine esiste una percentuale di senior abbastanza nutrita, soprattutto uomini, che si oppone fieramente alla possibilità di farsi aiutare a trovare la compagna perché teme di non sentirsi all’altezza o sminuito nella propria identità maschile. Sappiamo che ci vuole coraggio ad ammettere a se stessi di essere soli e altrettanto coraggio a proclamare il diritto ad avere accanto un nuovo compagno o compagna, superando in taluni casi il senso di colpa che a volte può aggredirci senza motivazione reale. INCONTRI – I Consulenti del cuore- offre, tra i vari servizi, anche un valido supporto di ascolto per tutte le problematiche che possono derivare dalla scelta di trovare un/una nuovo partner.

Voi vi occupate di fornire consulenze personali anche a coppie “in crisi esistenziale”. Quante sono le coppie senior che vi chiedono aiuto e quali sono i problemi che solitamente riscontrate?

Lorenza: E’ corretto, noi aiutiamo le persone a 360 gradi perciò il nostro lavoro si orienta non solo nella ricerca e selezione del miglior partner e quindi nella formazione delle coppie ma anche nel consolidamento di coppie già formate, sia grazie a INCONTRI – I Consulenti del cuore- sia coppie esterne. La percentuale delle coppie che chiedono il nostro aiuto corrisponde al 30% delle consulenze erogate, con tendenza all’aumento.

Se una coppia sente minacciata la propria base di intesa, può scegliere di avvalersi della nostra esperienza di ascolto. La maggior parte delle coppie in crisi ha semplicemente un problema di comunicazione, errata o insufficiente: noi lavoriamo con le emozioni della coppia, sulle sensazioni che ambedue i partner hanno, ci mettiamo con loro per riportare l’equilibrio mancante oppure per arrivare alla consapevolezza che non è più possibile proseguire insieme. Solitamente è sufficiente qualche seduta per ripristinare la situazione ideale ove ciò non fosse la coppia viene eventualmente differita, dietro consenso di ambo le parti, a diverso specialista.

Date un consiglio ai lettori single di AltraEtà per San Valentino…

Siate voi stessi, interrogatevi per scoprire cosa volete realmente per voi e non consultatevi con parenti e/o conoscenti o se decidete di farlo siate consapevoli che potreste averli non come alleati. In realtà nessuno meglio di voi sa quello che è bene fare per essere felici e sereni. E se ciò implica mettersi nella condizione di trovare un nuovo amore non v’è nulla di male a farsi aiutare da dei professionisti che fanno dei sentimenti  e della formazione delle coppie la loro specialità!

c.p.

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here