Silver Age: oggi stiamo assistendo ad una nuova rivoluzione demografica, dettata da un costante invecchiamento della popolazione. Tra i fattori scatenanti la maggiore longevità, il prolungamento delle aspettative di vita, l’invecchiamento della popolazione lavorativa e livelli esigui di fecondità.  L’Italia si conferma il Paese europeo con il più alto tasso di over 65, un trend che andrà rafforzandosi mettendo ancora più sotto pressione il Sistema Sanitario Nazionale. Sono molte, infatti, le persone che dopo i 65 anni iniziano a lamentare limitazioni di vario genere o l’insorgere di malattie croniche; il tutto aggravato molto spesso da risorse economiche insufficienti per le cure o le visite mediche necessarie.

Le precedenti considerazioni portano alla luce un vero e proprio paradosso: invecchiamo senza un’adeguata tutela. Ci sono però alcune soluzioni potenzialmente applicabili.

1. Investire sulla prevenzione

I territori maggiormente impegnati in attività di prevenzione ottengono risultati rilevanti nella lotta a malattie croniche, cardiovascolari e tumorali (ad esempio ogni anno – 2,7% di tumori al polmone per gli uomini; – 4,1% di tumori alla cervice uterina; – 20% le morti per malattie croniche e problemi cardiovascolari, fonte 2018 Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane). Appare, dunque, fondamentale sensibilizzare i più giovani sull’importanza di condurre una vita salutare ed incentivare misure preventive che influiscano sulla salute fisica e mentale della persona.

2. Creare una rete di modelli sociali, organizzativi e finanziari che possano fornire tutela e assistenza agli over 65

Nonostante la popolazione stia invecchiando, vi sono molti over 65 ancora intraprendenti, in salute, con disponibilità economiche e di tempo libero. Sono proprio questi ultimi che contribuiscono all’offerta di numerosi settori economici, andando così a dar vita alla cosiddetta Silver Economy. Nei prossimi anni questa tendenza sarà sempre più evidente e richiederà alle imprese di far fronte alle esigenze della Silver Age, in termini di mindset nonché di offerta commerciale. In questo modo il costante invecchiamento della popolazione mondiale, detto Silver Tsunami, genererà nuove potenzialità e crescita economica.

3. Garantire adeguata copertura da parte del comparto assicurativo sul fronte delle polizze

In futuro il settore assicurativo dovrà assumere un ruolo complementare rispetto al Welfare State, con la creazione di modelli di garanzia modulari per coperture All Risk. Le nuove soluzioni assicurative dovranno essere in grado, con un unico contratto, di rispondere a tutte le esigenze della persona: forme di previdenza, polizze sanitarie ed esigenze di risparmio. Le Compagnie Assicurative, inoltre, dovranno evolvere, trasformandosi da strumento di gestione delle emergenze a strumento di pianificazione lungo l’intero ciclo di vita della persona. L’evoluzione in oggetto, però, richiederà un’attività di sensibilizzazione e di educazione delle persone alla cultura assicurativa.

Erica Nagel, Chief Marketing & Communication Officer Aon Italia

Visita il business blog di Aon per rimanere aggiornato sui servizi e le novità in ambito risk management:  www.telescope.aon.it

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here