Settimana da “Porta la sporta”

Educare e informare al non uso del sacchetto di plastica

In concomitanza con la settimana della cultura che mira a sensibilizzare gli italiani nei confronti della cultura, dal 17 al 24 aprile in tutto il paese si svolgeranno iniziative mirate all’educazione e informazione degli italiani nei confronti del non uso del sacchetto di plastica. Si chiama “Porta la Sporta” e ha lo scopo di diffondere l’utilizzo della borsa riutilizzabile invece dei sacchetti in plastica e monouso.
Promossa dall’ Associazione dei Comuni Virtuosi, Wwf, Italia Nostra, Fai e Adiconsum che coinvolgera’ piu’ di 100 comuni italiani, la campagna è stata lanciata nel marzo 2009 con l’intento di sensibilizzare non solo i consumatori, ma anche i commercianti, aziende, imprese, associazioni e organizzazioni no profit, scuole di ogni grado, enti e istituzioni nazionali e locali a divulgare la cultura del non uso del sacchetto di plastica, come esempio emblematico di uno stile di consumo “usa e getta” non più sostenibile.

Le iniziative di partecipazione alla settimana nazionale “Porta la Sporta”, che promuove l’adozione delle borse riutilizzabili, comprendono azioni di sensibilizzazione e informazione sull’impatto ambientale del sacchetto di plastica.

Portare la sporta può diventare qualcosa di più di una semplice abitudine, può rappresentare il primo atto di consapevolezza ecologica che apre un percorso di atti ulteriori di rispetto verso l’ambiente.

Cosi’ come il sacchetto, seppur biodegradabile, è diventato l’icona di uno stile “usa e getta” la borsa deve diventare segno distintivo di quanti non hanno solamente adottato un oggetto ma uno stile di vita di cui essere orgogliosi.

Ulteriori dettagli sull’iniziativa e sulle modalità di adesione sono contenuti nei documenti disponibili sul sito www.portalasporta.it.

Approfondimento:
In un solo anno, in Europa, vengono consumati e gettati nell’ambiente circa 100 miliardi di sacchetti di plastica usa e getta. E’ stato stimato che la vita media di ogni sacchetto è inferiore ai 20 minuti e che, se usassimo una borsa di tela, potremmo risparmiare circa 22176 sacchetti durante una vita media. Gli effetti sulla fauna marina sono devastanti. Quasi il 90% del rifiuto galleggiante in mare è costituito da plastica non biodegradabile in quanto derivata dal petrolio con gravissime conseguenze per la natura. Si calcola inoltre che i sacchetti uccidono ogni anno oltre centomila esseri viventi.

Giulia Piaggio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here