Riprendere una normale attività sessuale dopo essere stati colpiti da un attacco di cuore è indice di un migliore livello di sopravvivenza. A parlare dei vantaggi del sesso post infarto è uno studio pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology.

Sesso post infarto: l’attività sessuale aiuta l’organismo a riprendersi

Lo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Tel Aviv sottolinea, infatti, che tornare ad avere una regolare attività sessuale dopo un infarto è un ottimo modo per seguire uno stile di vita più sano. Questo perché l’attività sessuale è collegata ad una migliore immagine e ad una migliore percezione di sé come persona sana, energica e funzionante. Inoltre, è bene sottolineare che l’attività sessuale resta comunque una forma di esercizio fisico, la cui pratica aiuta a stabilizzare pressione del sangue e frequenza cardiaca.

Sport, benessere e attività sessuale


Il parallelismo tra sport, attività sessuale e benessere è ancora più evidente quando si parla di frequenza. Sforzi fisici troppo intensi e troppo improvvisi possono provocare un attacco di cuore nelle persone predisposte, mentre un’attività fisica regolare può ridurre il rischio di questi inconvenienti. Allo stesso modo, un’attività sessuale troppo episodica e allo stesso tempo troppo intensa può innescare eventi cardiaci. Un rischio più basso nelle persone che fanno sesso regolarmente.

Sesso post infarto: lo studio

Lo studio realizzato dai ricercatori dell’Università di Tel Aviv si è avvalso dei dati raccolti su 495 persone attive sessualmente con un’età pari o inferiore ai 65 anni ricoverate in passato per attacco di cuore. I dati raccolti hanno evidenziato che il mantenimento o l’aumento della frequenza con cui si consumano i rapporti sessuali entro i primi sei mesi post infarto abbassa del 35% il rischio di decesso. Al contrario una totale astensione sessuale o una sua riduzione possono provocare delle ricadute negative nella fase di recupero post trauma. Tanto che secondo gli autori dello studio, un’attività sessuale regolare oltre ad aumentare la capacità mentale di “riprendersi dallo shock subito” riduce le possibilità di avere una ricaduta nel breve periodo.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here