Sereni Orizzonti chiude il 2017 con un bilancio record e punta su nuove aperture

L’utile netto consolidato 11 milioni di euro di utile netto consolidato, 123 milioni di euro di ricavi per una crescita del 33% sull’anno precedente e del 147% sul quinquennio. Sono i principali numeri del bilancio 2017 di Sereni Orizzonti, gruppo friulano che costruisce e gestisce residenze sanitarie per anziani in tutta Italia.

Numeri da record per l’azienda: il fatturato in formazione 2018 viene stimato in 160 milioni di euro sulla base dei dati del primo semestre e la proprietà immobiliare a valori di mercato supera i 200 milioni. Di grande rilievo il piano degli investimenti, ben 180 milioni che il gruppo, in partnership con istituzioni finanziarie, sta investendo nel biennio 2018/2019.

«Stiamo realizzando 20 nuove rsa in Italia che unitamente alle acquisizioni di strutture esistenti ci consentiranno di passare dagli attuali 5 mila posti letto a 8 mila a fine biennio − dichiara Massimo Blasoni, azionista di riferimento − Questo con ovvie e positive ricadute occupazionali: già oggi occupiamo 2.900 addetti ma sono previste altre 1.000 assunzioni entro fine 2019». Aspettative più che plausibili, basti pensare che dall’inizio dell’anno sono state consegnate e inaugurate le strutture di Torre di Mosto (90 posti letto), Piacenza (80 p.l.) e Rodano in provincia di Milano (90 p.l.) mentre tra settembre e dicembre verranno inaugurate le strutture di San Mauro Torinese (120 p.l.), Milano Lambrate (80 p.l.), Marcon in provincia di Venezia (120 p.l), Macomer in Sardegna (40 p.l.) e Fiesco in provincia di Cremona (80 p.l.).

Tra le strutture acquistate da inizio anno già attive e funzionanti vanno ricordate le RSA di Riofreddo in provincia di Roma e tre rsa in Toscana ad Aulla (Massa Carrara), Barga (Lucca) e Firenze. Il mercato delle RSA in Italia è in forte sviluppo.

Secondo i dati Ocse nel nostro Paese ci sono 19,2 posti letto ogni 1.000 abitanti over 65. L’offerta è molto più ampia in Francia (55,7), Germania (54,4) e Regno Unito (47,6). Permane peraltro una forte differenza tra Nord e Sud: in Lombardia il rapporto raggiunge i 30,5 posti letto ogni 1.000 anziani e in Calabria i​ 6,7. Come è evidente è necessaria la realizzazione di nuovi posti letto. La concentrazione in gruppi che operano in ambito nazionale è un fenomeno che da tempo si è registrato nel Nord Europa ma non in Italia, dove sono numerose le strutture a gestione pubblica con una fortissima frammentazione.

«Siamo attualmente il terzo player italiano per numero di posti letto − prosegue Blasoni − ma primi per crescita e per indici di redditività (Roi e Roe). Il management è tutto friulano e con molti giovani under 40. Va ricordato che da pochissimo alla guida della holding è stato nominato Simone Bressan di 36 anni, entrato in Sereni Orizzonti nel 2006 e che negli ultimi due anni ha guidato LifeCare, l’immobiliare di sviluppo del Gruppo. Contiamo di proporre una cooperazione all’Ateneo friulano. Non è spesso facile trovare profili che possano interpretare managerialmente il settore socio sanitario che pure può essere un’occasione di lavoro per molti giovani. Una battuta finale, viste le numerose cessioni a Fondi di aziende negli ultimi mesi. Non abbiamo nessuna intenzione di cedere, anzi guardiamo all’espansione fuori dai confini nazionali».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here