fbpx

Senior living, partnership strategica tra Cdp Venture Capital e Generali

La nuova società Convivit, nata dalla partnership tra le due realtà, introduce un nuovo modello abitativo ideato per gli over 65 autosufficienti

Nel 2045 le stime parlando di circa 20 milioni di italiani over 65 (fonte Istat). In questo contesto CDP Venture Capital e Generali annunciano una partnership strategica per il senior living. Nasce così la nuova società Convivit, che introduce un nuovo modello abitativo ideato per gli over 65 autosufficienti con servizi di assistenza e benessere per uno stile di vita attivo.

La nuova società

Convivit – 50% CDP Venture Capital tramite il Fondo Boost Innovation e 50% Generali Welion – ispirandosi ai modelli internazionali, prevede la nascita di un nuovo network di residenze senior living per uno stile di vita attivo e ricco di momenti di socialità, che aiuti a mantenere il più a lungo possibile la pienezza di vita nelle migliori condizioni di salute, garantendo totale autonomia e indipendenza, in un contesto che assicura, laddove necessario, l’adeguata protezione in termini di supporto alla salute dei propri ospiti.

Andrea Mecenero, con una pluriennale esperienza nel senior living, sarà l’amministratore delegato di Convivit.

Convivit ha l’obiettivo di aprire 20 residenze per 2.500 persone con 2.000 appartamenti in tutto il territorio nazionale entro il 2030.

I servizi offerti dalle strutture senior living di Convivit

I servizi offerti spazieranno da quelli dedicati all’aspetto residenziale, come la connettività Wi-Fi illimitata, portineria h24 e lavanderia, a quelli su salute e sicurezza, con la possibilità di avere per ogni inquilino dispositivi indossabili per il monitoraggio costante dei parametri di salute, assistenza telefonica h24, servizi sanitari da operatori specializzati, fino ai servizi per il benessere e l’intrattenimento con beauty center, parrucchiere, attività ricreative e palestra.

Una piattaforma IoT (Internet of Things) – software e hardware a carattere sia preventivo, sia di assistenza e cura – sarà in grado di integrare i diversi servizi a disposizione per i residenti tutti i giorni h24. Un sistema digitale offrirà a ciascun inquilino protezione e assistenza garantendo il massimo livello di autonomia e riservatezza. Sarà così possibile, per esempio, contattare l’amministrazione, ricevere servizi di telemedicina, prenotare servizi nelle aree comuni, contattare la propria famiglia anche in modalità full digital.

Le residenze presenteranno ambienti moderni, piacevoli, con ampi spazi e offriranno diverse tipologie di appartamenti, da quelli “Smart” a uso singolo, a quelli “First Class” e “Suite” dedicati alle coppie. Queste strutture saranno inserite in contesti urbani e cittadini ben serviti, dotati di luoghi di aggregazione, spazi comuni e aree verdi che favoriscano momenti di socialità.

Il progetto si inserisce in un modello più ampio di servizi per la silver economy e mira a espandere il mercato di strumenti dedicati agli over 65 per uno stile di vita più inclusivo e connesso grazie al digitale e alle soluzioni tecnologiche sul mercato e in costante evoluzione per rispondere alle nuove esigenze di questo target.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!