Chi pensava che le nuove tecnologie appartenessero a un mondo riservato alle generazioni più giovani dovrà ricredersi. E lo dovrà fare soprattutto chi pensava che senior e videogiochi appartenessero a universi diversi. I silver sono infatti sempre più tecnologici e tra social, app e gaming passano molte ore su device digitali come smartphone, tablet e notebook.

Senior e videogiochi: un nuovo progetto a Kobe

Un’ulteriore conferma a questa tendenza arriva da Kobe, città giapponese nella quale la ISR, azienda specializzata in gaming, ha inaugurato a inizio luglio uno spazio dedicato agli e-sports per gli over 65.  Il centro è stato creato nella speranza di donare un po’ di tranquillità e una vita più sana ai senior della città, attraverso la pratica degli sport elettronici.

Il centro dedicato ai videogame per over 65 permette ai suoi ospiti di scegliere tra una vasta gamma di videogiochi tra cui quelli ideati per i principianti. Oltre a costituire uno spazio di aggregazione per senior, il centro e-sports intende favorire il benessere di queste generazioni attraverso un allenamento psicomotorio che viene effettuato proprio grazie ai videogame.

Videogiochi e silver age

Ma non solo, l’utilizzo dei videogiochi come passatempo è sempre più apprezzato dagli appartenenti alla silver age. Inoltre, l’apertura del polo dedicato agli e-sports per over 65 è stato pensato anche come un luogo nel quale i senior meno digital possono superare lo scoglio rappresentato dalla poca confidenza con la tecnologia.

I videogiochi potrebbero essere degli strumenti eccezionali per gli anziani. In particolar modo per i “nonni” e le “nonne” che si ritrovano a passare la maggior parte del loro tempo da soli a casa. Una situazione che è diventata “prassi per tutti” con il recente lockdown per la pandemia del Covid-19.

E in Italia?

Sebbene nel nostro Paese non siano ancora stati aperti dei centri di gaming per over 65, da una recente indagine portata avanti da LeoVegas – noto operatore nel settore del game online – l’Italia è al primo posto per diffusione di smartphone tra gli over 60 seguita da Australia e Germania. Sempre stando all’indagine di Leovegas, i senior utilizzano le nuove tecnologie per restare in contatto con i propri cari, attraverso applicazioni e social network, per guardare video e programmi tv e per tenersi informati.

Anche i videogiochi sono sempre più utilizzati dagli over 50 italiani tanto che il 44% di loro dedica in media 5 ore a settimana o più al gaming. Il 73% gioca da smartphone e quasi la metà dei senior lo fa tutti i giorni. Tra i passatempi preferiti si trovano i giochi di puzzle e logica, quelli di carte e i giochi tradizionali. Come dimostrano questi dati, anche in Italia un legame tra senior e videogiochi esiste ed è forte.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here