Forse non saranno il primo alimento a cui si pensa quando siamo colpiti da un attacco di fame, ma i semi di lino rappresentano un vero toccasana per l’intero organismo. Questi semi sono, infatti, in grado di contrastare l’ipertensione e l’ipercolesterolemia, di combattere la stipsi e di fornire la giusta carica di energia a chi pratica quotidianamente sport.

 

Semi di lino, un carburante speciale per l’organismo


Questi semi oleaginosi hanno una concentrazione elevatissima di acidi grassi buoni omega 3 e omega 6, che lavorano sulla prevenzione cardiovascolare e sulla riduzione di colesterolo cattivo e dei trigliceridi. Come è risaputo ormai da diverso tempo, gli omega 3 e i meno conosciuti omega 6 giocano un ruolo strategico contro lo stress ossidativo a cui va incontro l’organismo soprattutto dopo i 50 anni. Ma non solo. Gli acidi grassi contrastano anche l’ipercolesterolemia, riducendo il rischio cardiovascolare e l’insorgere di patologie quali infarto e ictus.

Un depurativo naturale


I semi di lino, inoltre, sono anche degli ottimi alleati contro la stitichezza e agevolano il transito intestinale. Grazie al loro importante apporto di fibra sono, infatti, consigliati a chi soffre di stipsi. Per aumentare questa loro funzione, possono essere assunti insieme a uno yogurt magro durante la colazione o sotto forma di decotto dopo averli lasciati in ammollo per una notte. Ma le sorprese offerte da questi piccoli nutrienti non finiscono qui. Grazie alle loro proprietà emollienti e protettive, i semi di lino possono anche essere utilizzati sotto forma di infuso per calmare le infiammazioni interne (tubo digerente e vie urinarie) o esterne (pelle).

Questi semi però si rivelano anche molto versatili in cucina. Con il loro gusto delicato ma saporito, possono essere utilizzati per arricchire le insalate e il pane fatto in casa.

 

Semi di lino: proteggono anche i capelli e le unghie


Oltre ad essere particolarmente indicati come alimenti salva-cuore, i semi di lino svolgono anche la funzione di integratore naturale di minerali come ferro, fosforo, selenio, zinco e vitamina. Tutti micronutrienti che migliorano anche la salute dei capelli e delle unghie.

Andrea Carozzi

Le informazioni riportate non sostituiscono in alcun modo il parere medico.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here