fbpx

Scopriamo l’Uzbekistan

È uno dei Paesi più ricchi di storia dell’Asia Centrale. Parliamo dell’Uzbekistan: un viaggio in questo Paese vi farà vivere come in una favola di Mille e una Notte. Si visiteranno le meraviglie architettoniche di Samarkanda, le città-museo caravaniere di Bukhara e Khiva e la più moderna Tashken, la capitale.

Prima tappa in Uzbekistan: Khiva

Sfruttando i voli diretti da Milano o Roma per Urgench, raggiungiamo Khiva, perla dell’architettura islamica e antico centro della via della seta. Il suo centro storico è suggestivo, circondato dalle mura in mattone crudo, restaurate di recente. Sarà come viaggiare a ritroso nel passato: quasi ci si immagina di vedere le carovane di mercanti con i loro cammelli, le tante bancarelle colorate spiccano in mezzo agli oltre 300 monumenti molti dei quali ricoperti di maioliche turchesi come il minareto della Moschea di Juma, alto 47 metri.

Una particolarità: dopo che il suo centro storico venne restaurato, nessuno poteva tornare a vivere all’interno delle mura e proprio per questo nel 1991 il suo centro storico venne dichiarato patrimonio dell’Unesco.

Bukhara

Lasciamo Khiva e arriviamo a Bukhara, la città sacra dell’Uzbekistan, sulle vie carovaniere. È la città più vecchia, più grande e più abitata. Il cuore religioso della città è la moschea Bolo Hauz, ma il monumento più fotografato è sicuramente Chor Minor, un edificio a pianta quadrata ai cui lati svettano 4 torri che ricordano dei minareti. Si arriva a questo monumento attraversando un dedalo di vicoletti stretti e intricati.

Prima di partire per Samarkanda, è interessante fare una tappa a Shakhrisabz: il luogo di nascita di Tamerlano, grande condottiero e conquistatore che fece costruire i monumenti più importanti.

Samarkanda

La grandezza di questo condottiero si vede soprattutto a Samarkanda, che venne proclamata capitale dell’impero. Appena entrati, si ha la sensazione di visitare una città abbastanza anonima con una forte impronta sovietica. Ma a pochi passi dalla zona alberghiera, si arriva a piazza Registan, con le sue tre straordinarie Madrose (scuole islamiche), famose per la purezza delle linee e l’eleganza delle decorazioni. Una visita che, specie al tramonto, vi lascerà a bocca aperta. In questa piazza gli architetti di Tamerlano diedero il massimo: possiamo dire con certezza che si tratta di una delle più belle piazze al mondo. Vale la pena una visita anche al Mausoleo di Tamerlano.

Tashken, la capitale dell’Uzbekistan

Si può lasciare Samarkanda con un treno per raggiungere Tashken, l’attuale capitale dell’Uzbekistan: una città moderna, che fu quasi rasa al suolo dopo il terremoto del 1966. Dopo questa calamità, tutte le Repubbliche dell’Unione Sovietica hanno dato un contributo alla sua ricostruzione. Nel riprogettare la città, si cercò di trovare un giusto equilibrio tra la tradizione Uzbeka e quella sovietica. Una forte testimonianza della ricostruzione è il sistema metropolitano, pulito e puntuale, vanta alcune delle stazioni più curate dal punto di vista artistico nel mondo: colonne scolpite, grandi lampadari dorati e intricati mosaici. Un vero gioiello, noto al mondo solo di recente: fino al 2018 era proibito fare fotografie all’interno delle stazioni. A Tashken troviamo la statua di Tamerlano in piazza Imom. Da qua un salto al Bazar Chorsu per gli ultimi acquisti e dopo avere mangiato qualcosa tra i mercati e street food, facciamo ancora due passi nei quartieri degli artisti, tra vecchie insegne sovietiche.

Lasciamo un Paese che ci ha chiesto sicuramento un grande spirito di adattamento per quanto riguarda le strutture alberghiere (molto semplici, ma comunque pulite). Si può pernottare anche in piccole strutture che preservano tutto il loro fascino, come il Boutique Hotel, che hanno però poche camere: meglio prenotare in anticipo.

L’Uzbekistan è un Paese sicuro, che si visita in tranquillità, tra persone gentili e dal grande senso di ospitalità, specie verso i turisti. Un popolo molto legato alle tradizioni: di questo ne troviamo traccia ovunque.

Contenuto in collaborazione con Cristina Rebellato – Rebellato Viaggi, Corso Torino 49, Genova.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!