San Valentino, amanti sotto le lenzuola

Quale miglior occasione della festa degli innamorati per parlare dell’aspetto ludico della sessualità?! Il gioco erotico, inserito nella dinamica di coppia, è dato dalla possibilità di abbandonarsi al linguaggio della genialità, liberandosi da ansie e preoccupazioni.

Il piacere sessuale ha un duplice carattere: in parte è legato al proprio bisogno da soddisfare e in parte è legato al desiderio di donarsi per appagare le esigenze dell’altro. Il piacere sessuale ricercato per se stesso finirà col non produrre più la gratificazione sperata, richiederà una stimolazione sempre maggiore o una caduta del desiderio.

Tuttavia, anche vivere una sessualità basata sul troppo altruismo preoccupandosi eccessivamente del godimento dell’altro è spesso segno non di amore ma di insicurezza. La reciprocità del benessere sessuale emerge in quei contesti in cui non ci si sente giudicati ma totalmente accettati per quello che profondamente si è; quando il partner trasmette fiducia e serenità; quando sentendosi liberi di scoprirsi anche nelle esigenze più intime e nascoste si abbandonano i falsi pudori!

Nel momento in cui si vive la sessualità prendendo e ‘ricordandosi’ anche di donare, la gratificazione personale e del coniuge verranno a coincidere. Tutto ciò deve far riflettere sull’importanza che ha l’ascolto delle differenze, la comunicazione di sensazioni e desideri.

La conoscenza del proprio partner non si esaurisce mai e la sessualità può far scoprire aspetti sempre nuovi della sua personalità; ogni persona si trasforma continuamente e possono cambiare le esigenze sessuali e il modo di esprimere il linguaggio della genialità. In questa logica si scopre l’opportunità di saper perdere, se necessario, desideri e attese durante la relazione sessuale, per fare propri i desideri e le attese dell’altro. Tante volte accade che, mettendo al primo posto la ricerca del piacere dell’altro, si scopre un piacere personale.

Sabina Garofalo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here