San Daniele del Friuli: un angolo di paradiso tra degustazioni e cultura

San Daniele del Friuli è una cittadina nota per il suo squisito prosciutto. Ma conoscendola meglio, si capisce che non offre solo questo. Sorge sulla sommità di un colle, nel cuore del Friuli Venezia Giulia (in provincia di Udine) e da qui si può scorgere un panorama di infinite distese collinari, ma anche ammirare il centro storico con i suoi principali luoghi culturali.

Il duomo di San Daniele in Friuli

Partendo dai luoghi di culto, ci si può soffermare ad ammirare il Duomo di San Michele Arcangelo (ricco di dipinti e di navate raffiguranti la Via Crucis), la chiesa di Sant’Antonio Abate (straordinari affreschi), la chiesa di Santa Maria della Fratta (semplice e raccolta), il Santuario della Madonna di Strada (in stile Barocco). È anche piacevole visitare uno splendido gioiello architettonico, il castello di San Daniele, una villa abitata su un promontorio, a cui si accede dopo una magnifica passeggiata. Di grande valore è anche la splendida biblioteca Guarneriana, gemma storica della cittadina, che offre un patrimonio librario di 12 mila volumi e 600 manoscritti (indirizzo: via Roma 1). Vale la pena visitarla (visite su appuntamento). È situata nel centro storico e risale al XV secolo.

Nei dintorni è possibile svolgere escursioni naturalistiche tra laghi e aree alpine: la Riserva Naturale del lago di Cornino, il lago di Ragogna, le grotte di Pradis, le grotte di Agane. Molto interessante è l’Oasi dei Quadris e la Casa delle Farfalle.

Il prosciutto crudo di San Daniele Dop

Veniamo al cibo: il prosciutto di San Daniele, il protagonista da degustare obbligatoriamente sul posto, è un prodotto Dop con alle spalle fasi di lavorazione particolari e una materia prima proveniente da allevamenti selezionati. Al prosciutto si possono accompagnare alcuni vini selezionati e formaggi locali, particolarmente gradevoli. Da non perdere altri salumi, polenta, dolci e grappa friulana: i sapori e i piaceri della gola, a San Daniele, fanno da padrone. A questo proposito ricordiamo che dal 21 al 24 giugno si può partecipare alla 35esima edizione di “Aria in Festa”, con degustazioni, lezioni di cucina e attività legate al territorio. Un prosciuttificio artigianale da elogiare: Rino Bagatto, in via Cesare Battisti 26, ottime degustazioni e negozio ben fornito.

Come arrivare: in auto si può percorrere, dal nord Italia, l’autostrada A4 Torino/Trieste, poi l’A28 per Portogruaro/Pordenone, in fine l’A16 in direzione Udine/Spilimbergo. A Spilimpergo seguire la segnaletica per San Daniele. In aereo: aeroporto Ronchi dei Legionari (Go) o Trieste. Costo del volo da Roma su Trieste, circa 155 euro solo andata. Distanza chilometrica dalle città più vicine: Trieste 33 km., Udine 40 Km., Gorizia 20 Km., Pordenone 80 Km. In treno: stazione ferroviaria di Udine. Si consiglia il noleggio di un’auto per poter viaggiare con più comodità e libertà.

Per un soggiorno ottimale a San Daniele, consigliato l’agriturismo Contessi (via Regane 12), per poter usufruire di un totale relax a poca distanza dal centro (circa 2 Km.). Circondato da un parco privato, offre un ottimo rapporto qualità/prezzo. La camera matrimoniale con colazione costa circa 75 euro. Gli ospiti a quattro zampe sono i benvenuti.

Per chi invece preferisce un hotel in ottima posizione e sulla collina adiacente (circa 1,5 Km. dal centro) consigliato l’hotel Relais Picaron, 3 stelle (via Astemio 5). Si tratta di un edificio storico, di 36 camere con confort moderni e parcheggio privato. Costo per una camera matrimoniale 52 euro circa a notte. Dispone di un ottimo ristorante.

Per degustare la cucina locale si può prenotare una trattoria di ottima qualità, a pochi chilometri dal centro: la trattoria Dal Piciul (in dialetto friulano Dal Piccolo), in via dei Ponti 36, frazione Cimano. Costo a partire dai 25 euro.

Liliana Salvatore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here