Rivoluzione della longevità: 1,5 miliardi di over 65 nel 2050

Siamo nel mezzo di una vera e propria rivoluzione della longevità, che sta cambiando gli assetti della società e dell’economia. E questo non riguarda solo l’Italia, o l’Europa, ma tutto il mondo. Lo conferma il report dell’ONU “Worlds Population Ageing 2019”, documento fondamentale che analizza i trend dell’invecchiamento della popolazione. I dati su cui basa le sue conclusioni sono contenuti nel rapporto “World Population Prospect: the 2019 Revision”, che prende in esame la crescita della popolazione globale attraverso i dati demografici e sociali. Secondo le proiezioni contenute nel documento, nel 2050 la fascia di popolazione di 65 anni e più toccherà quota 1,5 miliardi. Nel 2019 lo stesso gruppo demografico contava 703 milioni di persone. Ciò significa che nell’arco di trent’anni la cifra raddoppierà.

Tendenze nell’invecchiamento della popolazione

Tutte le società in tutto il mondo stanno vivendo il fenomeno dell’invecchiamento della popolazione, alcune in fase iniziale e altre in fase avanzata, come il Giappone e l’Italia. La rivoluzione della longevità è destinata a diventare una delle trasformazioni sociali più significative dell’intero 21° secolo. I settori che ne saranno toccati spaziano dall’economia al mercato del lavoro, dal turismo ai consumi, dalla sanità pubblica ai servizi. L’aumento della popolazione over 65 porterà alcuni paesi ad affrontare forti pressioni politiche e fiscali per far fronte alle nuove esigenze di questa fascia, che sarà sempre più rappresentata.

Alcuni dati per dare un quadro della situazione. Nel 2019 i senior erano 1 ogni 11 persone. Nel 2050, quando saranno 1,5 miliardi, questo rapporto si trasformerà in 1 ogni 6 persone, ossia rappresenteranno il 16% della popolazione. La presenza degli over 65 sarà particolarmente forte in Europa e Nord America, dove ogni 4 persone una sarà senior. Nel 2018, per la prima volta, le persone di 65 o più anni hanno superato il numero globale di bambini con meno di cinque anni. E nel 2050 la quota di over 80 sarà triplicata rispetto al 2019.

Alcuni punti fondamentali della rivoluzione della longevità

Nel report sull’invecchiamento della popolazione, L’ONU ha messo in evidenza 9 punti fondamentali che contraddistinguono la rivoluzione della longevità. Ecco i principali.

  1. L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno globale. Virtualmente, ogni paese nel mondo sta sperimentando una crescita nel numero e nelle proporzioni delle persone più anziane della sua popolazione.
  2. L’invecchiamento della popolazione è stato più veloce nell’Est e Sud-Est asiatico, nell’America Latina e nei Caraibi.
  3. In tutto il mondo, la percentuale di sopravvivenza dopo i 65 anni sta migliorando.
  4. Tenendo in conto indicatori cronologici e considerando “anziano” chi ha più di 65 anni, il rapporto dimostra che la popolazione sta invecchiando in tutte le regioni del mondo.
  5. L’invecchiamento della popolazione caricherà di pressioni fiscali i sistemi di supporto e assistenza alla terza età.
  6. L’invecchiamento della popolazione non porta necessariamente al declino macroeconomico. Con le giuste politiche, potrebbe verificarsi l’esatto contrario.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here