fbpx

Quattordicesima pensionati: a chi spetta a luglio e dicembre 2021

Logo Inps: esempio di reddito e pensione di cittadinanza

A beneficiare del pagamento postdatato della quattordicesima saranno tutti coloro che diventeranno titolari di pensione o i pensionati che raggiungeranno il requisito anagrafico dei 64 anni entro l’anno.

Inps: il messaggio 2047

Come sottolineato dal messaggio 2047 dell’Inps, i cittadini che percepiranno la somma aggiuntiva sulla rata di dicembre, sempre a condizione che rientrino nei requisiti reddituali previsti, sono:

  • i pensionati che raggiungono i 64 anni di età entro l’anno a partire dal 1° luglio 2021 in caso di Gestione pubblica e dal 1° agosto 2021 in caso di Gestione privata ed ex Enplas
  • tutti coloro che diventano titolari di pensione durante l’anno in corso

Quattordicesima Inps: a luglio c’è un legame con l’età anagrafica

I pensionati che entro il 30 giugno 2021 hanno raggiunto i 64 di età e rispettano i requisiti reddituali, riceveranno la quattordicesima sul cedolino pensionistico già a luglio 2021.

Ma quali sono i requisiti reddituali? Fino al 2016 la somma aggiuntiva veniva erogata in a tutti coloro che avevano un reddito individuale non superiore 1,5 volte il trattamento minimo a carico del Fondo pensione lavoratori dipendenti (FPLD). Dal 2017, invece, la quattordicesima mensilità è stata estesa (seppur con importi inferiori anche ai pensionati che percepiscono redditi da 1,5 a 2 volte superiori rispetto all’importo minimo.

I parametri per comprendere quali sono gli importi spettanti per ciascun avente diritto sono:

il reddito
gli anni di contributi versati
la tipologia di lavoro svolto (autonomo o dipendente)

A quanto ammonta la quattordicesima sulla pensione?

Tenendo conto dei parametri sopraelencati i pensionati che presentano un reddito fino a 10.043 euro e che hanno fino a 15 anni di contributi versati (lavoratori dipendenti) o 18 anni ( lavoratori autonomi) beneficeranno di una quattordicesima di 437 euro. Chi, a parità di reddito, ha versato da 15 a 25 anni di contributi (lavoratori dipendenti) e da 18 a 28 (lavoratori autonomi) riceverà una somma aggiuntiva di 546 euro. Chi, invece, ha versato oltre 25 anni di contributi (lavoratori dipendenti) od oltre 28 anni di contributi (lavoratori autonomi) vedrà la somma della quattordicesima arrivare a 655 euro.

Quattordicesima per redditi da 10.043 fino a 13.391,12 euro

Coloro che presentano redditi da 10.043 fino a 13.391,12 devono, invece, tenere conto degli anni di contributi versati in questo modo: fino a 15 anni ( lavoratori dipendenti) 18 anni per lavoratori autonomi l’importo della somma aggiuntiva sarà di 336 euro.

Andrea Carozzi

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!