Protesi di ginocchio: Korian presenta ROSA Knee Robot

Nel futuro, i robot saranno sempre più utilizzati come risorse per supportare e potenziare il lavoro umano. E questo vale anche nell’ambito medico. Korian, Gruppo europeo leader nei servizi di assistenza e cura, ha recentemente introdotto in alcune sue strutture il Robot ROSA Knee. Negli ultimi anni si è assistito ad una crescita di richiesta di cura legata all’esecuzione di protesi di ginocchio. L’ultima frontiera per questo tipo di interventi è la chirurgia robotica. È così che Korian ha deciso di proporla ai suoi assistiti.

Cosa fa esattamente ROSA Knee Robot?

ROSA Knee Robot è un robot pensato e sviluppato per assistere i chirurghi negli interventi di protesi totale di ginocchio. Si tratta di una piattaforma robotica ideata per supportare i professionisti della chirurgia ortopedica durante le procedure di resezione ossea. Consente inoltre la valutazione dello stato dei tessuti molli, al fine di facilitare il posizionamento dell’impianto durante interventi di artroplastica totale del ginocchio. Il software di pianificazione chirurgica può essere utilizzato dal chirurgo prima dell’intervento per pianificare il posizionamento e la misura dell’impianto.

Il dispositivo è costituito da due unità, posizionate rispettivamente su ciascun lato del tavolo operatorio: un’unità robotica costituita da un braccio robotico compatto e un touchscreen; un’unità ottica e un touchscreen. Il sistema è stato sviluppato dall’azienda Zimmer Biomet con l’obiettivo di supportare le operazioni chirurgiche al ginocchio e rendere possibile il posizionamento ottimale della protesi totale.  Il flusso di lavoro implementato nel sistema è simile a quello di un’artroplastica totale del ginocchio tradizionale. Pertanto, al momento dell’intervento chirurgico e in base al piano chirurgico, il robot assiste il chirurgo in ogni step in sala operatoria.

L’intelligenza artificiale in sala operatoria

L’interesse mostrato da Korian nei confronti delle nuove tecnologie robotiche e dell’intelligenza artificiale non è di recente sviluppo. “L’utilizzo dell’intelligenza artificiale in medicina, e nella chirurgia in particolare, è una frontiera di grandissimo potenziale a cui il nostro Gruppo ha iniziato da tempo a guardare con interesse” – ha dichiarato Aladar Bruno Ianes, Direttore Medico di Korian Italia. “L’abilità del chirurgo – continua – resta la parte più importante del percorso operatorio, ma il supporto della robotica ci consente una personalizzazione degli interventi che rappresenta un indubbio vantaggio nella cura dei nostri pazienti”.

Il progetto del ROSA Robot sarà anche oggetto di formazione da parte di Korian Akademy destinato, a livello nazionale, a nuovi chirurghi ortopedici al fine di ottenere il brevetto di utilizzo del Robot.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here