fbpx

Il freddo ha effetti sulla nostra pelle? Ecco come proteggerla

Donna protegge pelle dal freddo con sciarpa e cappello

Siamo nel pieno dell’inverno, con un’ondata di freddo che interesserà tutto il paese. Questa situazione si ripresenterà sicuramente nelle prossime settimane. Occorre essere prudenti: la nostra pelle è la prima a notare i cali di temperatura e non è sufficiente indossare un cappello o un buon cappotto. Sappiamo realmente in che modo il freddo influisce sulla nostra pelle e come proteggerla? Secondo gli esperti di www.nutritienda.com, azienda online leader nella vendita di prodotti di salute e bellezza, la risposta è no. 7 italiani su 10 non proteggono in modo adeguato la loro pelle quando escono di casa. Ecco cosa c’è da sapere per proteggere la nostra pelle in questi giorni.

Gli effetti del freddo sulla pelle

Innanzitutto dobbiamo sapere che il freddo provoca la vasocostrizione dei capillari della nostra pelle, contraendoli e impedendo che arrivi una quantità di ossigeno sufficiente al nostro derma. Il primo effetto consiste nel vedere la pelle secca e spenta. Inoltre il freddo fa sì che le cellule non si rinnovino alla velocità adeguata. Si viene così a creare uno strato di cellule morte che impediscono il nutrimento naturale dell’epidermide e causanotensione e perdita di luminosità. Questa secchezza di solito porta ad un arrossamento cutaneo, accompagnato da un senso di prurito o di bruciore. In alcuni casi la pelle inizia a spellarsi, soprattutto quella delle labbra, causando le cosiddette “labbra screpolate”.

Tutti i tipi di pelle sono uguali e sono inclini ad arrossarsi con il freddo? No, le pelli più bianche, chiare, fini e secche sono quelle che si arrossano maggiormente perché possiedono una minore quantità di ghiandole sebacee che hanno la funzione di proteggerle, soprattutto nelle zone come viso, collo e mani, che sono quelle che soffrono maggiormente. Gli esperti di Nutritienda offrono i loro consigli su come dobbiamo prenderci cura della nostra pelle durante i periodi di freddo intenso.

1. Proteggersi dal freddo

Dobbiamo coprirci bene, prestando una particolare attenzione alle parti scoperte come le mani, il viso e la testa, specialmente coloro che non hanno molti capelli. Oltre alla mascherina obbligatoria è opportuno indossare una sciarpa che copra il mento, il collo e il naso, è consigliabile che il cappello e i guanti siano fabbricati con tessuti di qualità, come il cotone.

2. Detergere ed esfoliare la pelle


Una buona pulizia del viso durante la stagione invernale ci aiuterà a eliminare le cellule morte e renderà la pelle più luminosa, inoltre, ritarderà la comparsa delle macchie e delle rughe nel medio-lungo periodo. Per questo motivo dobbiamo pulire il viso con acqua tiepida e un detergente per il viso specifico per il nostro tipo di pelle. In questo modo i pori si apriranno e la pelle verrà ossigenata. Successivamente è consigliabile utilizzare un tonico per riequilibrare il nostro pH, chiudere i pori e aumentare il flusso sanguigno.

Durante i periodi freddi è fondamentale esfoliare la nostra pelle almeno una volta alla settimana, in questo modo rimuoveremo le cellule morte e le impurità, rinnoveremo la pelle e attiveremo il microcircolo. Possiamo utilizzare degli esfolianti fatti in casa, preparandoli con ingredienti come lo zucchero, il caffè, il sale marino, l’avena o il miele, è importante realizzare un’esfoliazione delicata.

3. Idratare la pelle

Come detto in precedenza, il freddo causa una maggiore secchezza, per cui è essenziale mantenere la pelle idratata. Possiamo optare per oli e creme fondenti per il viso, che penetrano maggiormente e non ostruiscono i pori, con principi attivi lenitivi e decongestionanti come l’aloe vera e l’avena e che possiedono nutrienti, vitamina C e collagene, per stimolare la rigenerazione cellulare.

4. Mantenere le labbra idratate  

Oltre al viso, anche le labbra sono vulnerabili quando avviene un abbassamento della temperatura. Il freddo provoca la perdita di umidità, arrossando e screpolando la pelle sottile e delicata delle labbra e ora l’utilizzo delle mascherine le rende ancora più fragili. Prima di tutto occorre realizzare una buona pulizia: come il viso, possiamo esfoliare le labbra un paio di volte alla settimana, per eliminare le cellule morte. Esistono vari tipi di balsami per le labbra, i migliori sono quelli ricchi di oli o di ingredienti come la lanolina e l’allantoina, che aiutano a mantenerle umide e idratate più a lungo. È fondamentale usare un protettore solare per le labbra, anche se in questo periodo non è una delle priorità, poiché le copriamo con la mascherina ma è sempre utile perché i raggi uva possono attraversarla.

Infine, due sono gli errori che commettiamo spesso e che dobbiamo evitare: inumidire le labbra con la nostra saliva, poiché a contatto con il freddo si irritano e si seccano maggiormente e mordicchiare e tirare via le pellicine, quando le labbra iniziano a screpolarsi.

5. Prendersi cura delle mani


Anche la pelle delle mani si disidrata a causa del freddo, diventa squamosa, proviamo un senso di tensione e il freddo può causare delle piccole ferite. Innanzitutto dobbiamo esfoliare e idratare la pelle. Esistono prodotti specifici per le mani ma possiamo applicare gli stessi prodotti che utilizziamo sul viso, come l’aloe vera, la calendula o l’avena. Per mantenere le mani completamente idratate dobbiamo usare delle creme ad alto contenuto di glicerina, urea e oli vegetali come l’olio di oliva.

6. Lavarsi con acqua tiepida

Uno degli errori più frequenti che la gente commette quando fa molto freddo è lavarsi con acqua molto calda, pensando che in questo modo combatterà il freddo. Non c’è niente di peggio per la nostra pelle, perché le temperature elevate seccano la pelle e causano eczemi e arrossamenti. È consigliabile lavarsi con acqua calda o tiepida, abbassando gradualmente la temperatura dell’acqua, in questo modo uscendo dalla doccia il contrasto con la temperatura esterna sarà minore.

7. Evitare le fonti di calore estreme

Un altro errore che normalmente commettiamo è quello di cercare di scaldarci “attaccandoci” a fonti di calore estreme come camini o termosifoni, che vengono regolati al massimo per riscaldare l’ambiente il prima possibile. Come avviene con la doccia, la pelle subirà un cambio brusco di temperatura, che provocherà irritazioni, rossori e secchezza. L’ideale è mantenere la nostra casa a una temperatura costante tra i 21 e i 23 gradi. La nostra pelle e il portafoglio ci ringrazieranno!

8. Prendersi cura della propria alimentazione e bere acqua

È imprescindibile mantenere il nostro corpo idratato anche fuori. Per questo è fondamentale bere due litri di acqua al giorno, anche se con il freddo abbiamo meno sete. Può aiutare bere un infuso caldo o un succo d’arancia, che oltre a idratare fornisce vitamina C, che favorisce la normale formazione di collagene ed è antiossidante. Anche l’alimentazione stimola il recupero della pelle. In questo periodo dell’anno è importante consumare molte verdure come le carote e i pomodori, ortaggi a foglia verde come gli spinaci e i broccoli, frutta secca, soprattutto noci, pesce come tonno, baccalà, salmone o sardine ed è consigliabile consumare anche le uova e la frutta come mirtilli, fragole, melograno, uva o avocado.

9. Non dimenticare la protezione solare e gli occhiali da sole

Può sembrare che le basse temperature limitino gli effetti del sole, poiché non sentiamo molto il suo calore ma niente è più lontano dalla realtà! Non dobbiamo dimenticare di proteggerci dai raggi solari, applicando sulla nostra pelle una protezione solare prima di uscire di casa. Inoltre, in caso di nevicate, la neve accumulata può provocare un “effetto specchio” e riflettere i raggi solari.

Rimedi naturali per proteggere la pelle dal freddo

Gli esperti di Nutritienda.com propongono cinque rimedi naturali per lenire la pelle esposta al freddo, alla neve e al vento.

Calendula 

La calendula è uno dei migliori rimedi per donare sollievo alla pelle e proteggerla dalle aggressioni esterne come il freddo, la neve e il vento. I suoi estratti alleviano e leniscono la pelle sensibile e irritata e le permettono di idratarsi e di respirare e puoi trovarli in formato crema olio o sapone. Tra le sue proprietà ricordiamo che ha un effetto antinfiammatorio per le irritazioni, lenitivo ed emolliente per i rossori, cicatrizzante per la pelle danneggiata e idratante per la pelle secca.

Olio di Argan 

L’argan è un albero originario del Marocco, il cui olio viene ottenuto con la spremitura dei semi: ha un colore dorato, è quasi inodore e offre importanti benefici per la durante l’inverno e quando viene sottoposta a temperature estreme. L’argan contiene il doppio della quantità di vitamina E rispetto agli altri oli, è ricco di acidi grassi Omega 6 ed è un precursore della vitamina A. Oltre ad essere altamente idratante dona alla pelle morbidezza e setosità, aiutando a prevenire la secchezza.

Olio di Rosa Mosqueta 

L’olio di Rosa Mosqueta è uno degli oli più usati negli ultimi anni per la cura della pelle: è perfetto per nutrire e rigenerare la pelle, grazie ai suoi acidi grassi essenziali, agli antiossidanti e alle vitamine. Per poter trarre dei benefici da questo olio durante il periodo invernale deve essere il più puro possibile e di buona qualità. L’olio di rosa mosqueta possiede un’infinità di proprietà, oltre ad essere un ottimo cicatrizzante, idrata, rigenera la pelle, migliora l’aspetto delle macchie e aiuta a contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Avena 

Da secoli l’avena viene utilizzata per la cura della pelle. Infatti gli antichi egizi, i greci e i romani la utilizzavano per trattare varie malattie della pelle. L’avena inibisce le prostaglandine riducendo così l’infiammazione, ha un’azione antimicrobica ed elimina le cellule morte. Grazie ai beta-glucani stimola la formazione di collagene, il suo contenuto di vitamine e minerali aiuta a mantenere intatte le membrane e i suoi vari composti fenolici come i polifenoli o le antocianidine sono molto utili per le pelli secche e atopiche.

Aloe Vera 

L’aloe vera offre molteplici benefici, aiuta a lenire e idratare la pelle dopo l’esposizione alla neve e al freddo. È una pianta che viene utilizzata come cicatrizzante da migliaia di anni ma inoltre idrata in profondità e agisce sull’epidermide, sul derma e sull’ipoderma. Dopo essere stati esposti al freddo, al vento e alla neve, si può applicare una maschera con aloe vera in modo da lenire la pelle e rigenerarla all’istante.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!