La cura dei piedi non deve avvenire solo d’estate. Anzi, è proprio durante l’inverno e la primavera che hanno bisogno di maggiori attenzioni quotidiane, proprio per potersi mettere in bella mostra nei mesi estivi. Non parliamo naturalmente solo di smalto, ma anche di una “feet care” adatta ad avere piedi belli e curati sotto ogni aspetto.

 

Avere cura della pelle

 

Prima di tutto, occorre dedicarsi alla cura della pelle, “coccolandola” con frequenti pediluvi e trattamenti per renderla morbida ed evitare o contrastare la formazione di calli e antiestetiche (nonché dolorose) screpolature. Laviamo quindi i piedi ogni sera con un detergente delicato, oppure con un prodotto specifico, per esempio a base di mentolo, che aiuta anche a limitare i cattivi odori. Due o tre volte a settimana teniamoli a bagno più a lungo, almeno dieci-quindici minuti, in acqua tiepida, un cucchiaio di sali da bagno ed eventualmente qualche goccia di olio essenziale a piacere. Un momento di detersione profonda, ma anche di relax.

 

Proseguiamo con uno scrub e un bel massaggio energico: si possono utilizzare anche miscele fai da te, per esempio a base di sale fino, zucchero o farina di mais. Con un’apposita spatola, levighiamo poi le parti più dure e screpolate, eliminando le parti morte. Il passo successivo è la “maschera-calzino”: si tratta di un’apposita maschera per i piedi che si indossa proprio come una calza, la si tiene per circa 20-30 minuti e poi si rimuove: il risultato è una pelle perfettamente liscia. Si termina con una crema nutriente, da massaggiare fino a completo assorbimento, insistendo magari sulle zone più critiche. In caso di talloni profondamente screpolati, è importante applicare quotidianamente una crema specifica: le più efficaci sono a base di aloe vera o di urea.

 

Non dimentichiamoci delle unghie

 

Dopo l’apposita “feet care”, dedichiamoci alle unghie, che vanno trattate alla stregua di quelle delle mani: eliminare cuticole e pellicine utilizzando l’apposito strumento, poi tagliare le unghie e levigarle con una lima di cartone. Prima di applicare lo smalto, meglio porre una base di primer, poi due mani di colore e infine il top coat. Per sicurezza, qualche goccia di fissante per garantire la tenuta del colore ed evitare fastidiose sbavature o sbeccature. L’importante è fare tutto senza fretta: si rischierebbe di rovinare il risultato finale.

 

Affidiamoci agli esperti

 

Calendarizziamo diverse pedicure professionali, importanti per rigenerare i nostri piedi con un trattamento di bellezza profondo, affidandoli a mani sapienti. A maggior ragione se non siamo sicure di curare al meglio in autonomia le screpolature o di stendere lo smalto in modo ottimale. Non dimentichiamoci anche della nostra salute: una visita da un medico specialista è fondamentale se notiamo nevi sospetti o in caso di unghie ingiallite e fragili, possibili segnali di micosi.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here