Pensioni per animali: dove lasciare i nostri amici a 4 zampe

State per andare in vacanza e il vostro amico a 4 zampe non può venire con voi? La cosa migliore sarebbe affidarlo a una persona di fiducia, amico o parente, anche dog o cat sitter, senza allontanarlo dal suo ambiente. Se invece dovete lasciarlo in una pensione, sceglietela con cura, perché non sono tutte uguali. Ecco come.

Un vostro conoscente si è trovato bene in una struttura della zona? Potete senz’altro iniziare da lì, il passaparola è il biglietto da visita migliore e vale di più di ogni pubblicità.

Visitate con un buon anticipo un buon numero di pensioni, scartando subito quelle dove il proprietario non acconsente a mostrarvi dove terrà il vostro animale. Non è un buon segno.

Verificate che i box siano ampi, con una parte coperta e una all’aperto, no ai tetti di lamiera o alle aree comunicanti. Sì al riscaldamento d’inverno e a un buon ricambio d’aria d’estate.

Prediligete le pensioni dove le ciotole del cibo e dell’acqua sono fissate e non si possono rovesciare e che abbiano distributori automatici. Sono segnali di attenzione per il benessere degli animali.

Fatevi portare anche nelle aree di sgambamento, che dovranno essere spaziose, pulite e con le recinzioni in ordine. E chiedete quanto spesso e per quanto tempo i cani vengono portati lì.

Avete un gatto? Attenzione alla pavimentazione del suo spazio, se è una grata non va bene, potrebbe danneggiare i suoi polpastrelli, che sono molto delicati.

Accertatevi che nella struttura sia presente un veterinario, o almeno che sia vicino e disponibile 24 ore su 24. E che ci sia un guardiano notturno. No a gatti e cani lasciati soli tutta la notte.

Scartate anche le pensioni che non richiedono il libretto delle vaccinazioni, potrebbero ospitare animali privi di copertura immunitaria.

Avete trovato una pensione che vi piace? Lasciate lì il vostro amico per brevi periodi, prima di partire in viaggio: potrete verificare come si comporta e come viene trattato. E lui capirà che voi vi assentate per un po’ ma poi tornerete a riprenderlo. Portate nel box la sua copertina e uno dei suoi giochi preferiti, gli sarà di conforto.

Quando siete in vacanza, lasciate un recapito telefonico per essere sempre raggiungibili e incaricate un conoscente di fare qualche visita a sorpresa in pensione per vedere come va.

Prima di partire, fate visitare il vostro cane o gatto dal veterinario, che rilascerà un certificato di buona salute.

Fatevi dare una ricevuta che attesti che avete lasciato il vostro animale in custodia.

Fate un trattamento antiparassitario prima di lasciare il vostro amico in pensione e uno al ritorno, meglio ancora se accompagnato da una visita di controllo del vostro veterinario di fiducia.

Infine, evitate in ogni caso di lasciare in pensione animali molto giovani o molto anziani, appena adottati, soprattutto se dal canile, malati o con disturbi del comportamento, femmine gravide o in calore.

Noi di Altraetà abbiamo selezionato per voi qualche pensione adatta ai vostri amici a 4 zampe: ecco la divisione per città:

ROMA

MILANO

TORINO

GENOVA