Andare in pensione in anticipo? Forse non è la scelta giusta

Secondo i medici della Società Italiana di Gerontologia, andare in pensione in anticipo fa male alla salute e per questo motivo la Quota 100 andrebbe eliminata.

Andare in pensione in anticipo, quali sono gli effetti negativi

Lavorare stanca, ma protegge corpo e mente. Questo è quello che è emerso durante il 64esimo Congresso della Sigg: la Società italiana di Gerontologia e Geriatria. I medici del Sigg, durante il congresso andato in scena a Roma dal 27 al 30 novembre scorsi, hanno infatti criticato l’anticipo pensionistico per chi ha meno di 62 anni di età e 38 anni di contributi versati. A supportare la nocività del pensionamento anticipato sono stati alcuni dati presentati proprio durante il congresso. Questi hanno sottolineato come entro i primi due anni dal momento in cui si va in pensione aumentano, tra il 2 e il 2,5%, gli eventi cardiovascolari, la depressione e il ricorso a medici, specialisti e terapie. 

Una scelta da valutare con attenzione

I geriatri della Società Italiana di Gerontologia sono stati chiari: «Chi desidera fortemente andare in pensione, non ha ben chiaro a cosa va incontro. La pensione anticipata pone le persone ad affrontare un senso di vuoto e di inutilità che può nuocere gravemente alla salute».

Gli specialisti lanciano l’allarme, basandosi sulla propria esperienza con i pazienti. I medici hanno sottolineato come la scelta di uscire dal mondo del lavoro troppo precocemente si rivela peggiorativa. Anche per quanto riguarda la salute percepita, ossia il modo in cui le persone si sentono fisicamente e psicologicamente. L’uscita dalla vita lavorativa, la mancanza di un impegno nella società, il senso di marginalizzazione – dicono gli esperti Sigg – pesa sulla salute e i medici lo toccano con mano. Il periodo post-pensione crea una fase di fragilità con sintomatologie fisica e cognitiva.

In pensione bisogna reinventarsi

Certo non tutti i pensionati vanno incontro ad ansia e depressione. Molti di loro – di solito i più abbienti – si dedicano a hobby e passioni o alla cura dei nipotini, diventando di fatto un aiuto concreto per la propria famiglia, così come lo erano in gioventù. Quello che è bene tenere a mente è che in pensione bisogna reinventarsi e che il primo periodo di ritiro dal lavoro potrebbe apparire difficile e complicato.

Abbiamo già scritto del 64mo Congresso della Sigg: Vaccini indispensabili per over 65, ma medici e pazienti sono poco informati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here