Che il governo Conte Bis volesse mettere mano a Quota 100 finito il periodo di sperimentazione è cosa risaputa e negli ultimi giorni qualcosa si è mosso. Le intenzioni del governo in materia di pensioni sono, infatti, quelle di smantellare definitivamente Quota 100 e di consentire a partire dal 2022 l’uscita anticipata ai lavoratori che hanno compiuto 64 anni di età. Potranno seguire questo piano coloro che hanno maturato 38 anni di contributi, sebbene con un taglio che va dal 2,8 al 3% della parte di pensione calcolata con il metodo contributivo per ogni anno che serve a raggiungere i 67 anni. Oltre a uno sconto di due anni per chi è impiegato in lavori usuranti.

Pensione, l’ipotesi del Governo e l’uscita a 64 anni


Stando alle prime indiscrezioni trapelate sui quotidiani, la riforma di Quota 100 non interesserà ancora il 2021. Ma nel 2022, la fine del famoso periodo sperimentale di Quota 100 sancirà di fatto il ritorno in vigore dello scalone di cinque anni. L’esecutivo si trova così a dover cercare un’alternativa in grado di scongiurare il ritorno allo scalone. Una delle ipotesi più probabili è proprio quella che prevede di permettere ai lavoratori interessati di andare in pensione a 64 anni di età con un minimo di 38 anni di contributi. A patto di accettare un taglio del 2,8-3% della parte di pensione calcolata con il metodo contributivo.

Questa soluzione potrebbe risultare in parte allettante per i lavoratori nati negli anni 60. Buona parte della loro pensione, infatti, è ancora calcolata con il modello misto retributivo/ contributivo e il taglio riguarderebbe dunque solo una parte dei loro contributi

Pensioni: uscita anticipata a 62 anni per i lavori usuranti

Invece della pensione a 64 anni, per i lavori cosiddetti usuranti il governo sta pensando di consentire l’uscita dal lavoro a  62 anni e 36 anni di contributi, con una penalizzazione ridotta o nulla, a chi oggi usufruisce dell’Ape sociale.

Attualmente  le categorie lavorative considerate usuranti sono le seguenti:

  • Operai industria estrattiva, dell’edilizia e della manutenzione degli edifici
  • Conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni
  • Conciatori di pelli e di pellicce
  • Conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante
  • Conduttori di mezzi pesanti e camion
  • Professioni sanitarie
  • Addetti all’assistenza di persone in condizioni di non autosufficienza
  • Insegnanti della scuola d’infanzia o asilo nido
  • Facchini, addetti allo spostamento merci e assimilati
  • Personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia
  • Operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti
  • Operai dell’agricoltura, della zootecnica e della pesca
  • Pescatori della pesca costiera, in acque interne, in alto mare, dipendenti o soci di cooperative
  • Operai siderurgici di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti ai lavori ad alte temperature
  • Marittimi imbarcati a bordo e personale viaggiante dei trasporti marini ed acque interne.

Nel 2021 resta in vigore Quota 100

Al momento, quindi, non cambia nulla. Quota 100 resterà in vigore per tutto il 2021. Gli attuali requisiti per andare in pensione sono i seguenti:

  • Pensione di vecchiaia, con 67 anni e almeno 20 di contributi
  • Anticipata, con 42 anni di contributi (o 41 per le donne)
  • Quota 100, con almeno 62 anni e 38 di contributi
  • Opzione donna, con 58 anni (o 59 per le lavoratrici autonome) e 35 di contributi subendo però il ricalcolo contributivo
  • Ape sociale, con 63 anni e almeno trenta di contributi per disoccupati, invalidi e caregivers o 36 per i lavori gravosi

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here