Pensione a domicilio per gli over 75 soli

L’emergenza coronavirus chi ha costretto a stravolgere la nostra quotidianità e il nostro stile di vita. E se le nuove normative, riescono ad  essere osservate senza troppi grattacapi dalla maggioranza delle persone, il discorso cambia per le fasce più fragili della popolazione come i grandi anziani, quelli che hanno più di 75 anni e che magari vivono soli lontani da figli e nipoti.

Per questo motivo sono stati attivati molti servizi volti a rendere questo periodo meno difficile per i silver. L’ultimo, è quello nato da una collaborazione tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri che prevede il recapito della pensione a domicilio per tutti gli over 75 che non hanno un conto corrente e sono abituati a riscuotere la pensione di persona presso gli uffici postali.

Come funziona il servizio e a chi è riservato
ll servizio è riservato a ben 23.000 pensionati sparsi sul territorio nazionale di età pari o superiore a 75 anni che possono richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell’emergenza da covid-19, evitando così di doversi recare alle poste.

Come si accede al servizio
Per richiedere il servizio, basta che la persona interessata chiami il numero verde 800 55 66 70 oppure contatti la più vicina stazione dei Carabinieri. Basterà poi firmare una delega scritta e consegnarla agli agenti dell’Arma per vedersi portare la pensione direttamente a domicilio nel giorno concordato per il pagamento e senza doversi recare in Posta. L’iniziativa anti-coronavirus, peraltro, permette anche di tutelare i soggetti più anziani da eventuali scippi, truffe o rapine.

Chi non può accedere al servizio
Ovviamente il servizio di consegna non può essere reso a coloro che hanno già delegato altri soggetti alla riscossione della pensione, o che vivono con familiari o nelle vicinanze della loro abitazione.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here