Crescono i pasti monoporzione nell’Italia sempre più over

Le abitudini di consumo degli italiani sono cambiate e i pasti monoporzione sono sempre più richiesti. Ma che origini ha questa nuova tendenza? L’Italia dei nostri giorni è interessata da fenomeni demografici che da anni ne stanno cambiando il volto. Come più volte segnalato dall’Istat, la popolazione è in costante calo e si presenta come una delle più vecchie al mondo. Simili cambiamenti hanno un effetto anche sulle tendenze dei consumi. E il boom di acquisti monoporzione ne è la prova.

Pasti monoporzione per famiglie sempre più piccole

Più report hanno segnalato l’aumento delle confezioni monodose in tutti i paesi avanzati. Come il rapporto “Opportunities for single pack in food” di Mintel Group, o la quinta edizione dell’Osservatorio Immagino di GS1 Italy, sui consumi degli italiani. Secondo i dati raccolti da quest’ultimo, nel 2018 le vendite in questo campo hanno superato 1,3 miliardi, crescendo del 12% rispetto all’anno precedente.

Come si spiega questa rivoluzione nel campo del business degli alimentari? Andando a vedere come sono cambiate con il tempo le famiglie italiane. I censimenti parlano chiaro. Sono in maggior numero rispetto agli anni passati, ma composte da sempre meno persone. Tanto che i nuclei di un solo membro rappresentano il 33% della popolazione e sono in costante aumento. È evidente come ciò influenzi i consumi, e in particolare quelli alimentari. Il fabbisogno diminuisce e, per evitare sprechi, ci si rivolge alle monoporzioni.

Comodi, veloci, sfiziosi

Primi piatti, snack dolci e salati, sushi, ricette dal mondo, zuppe, frutta e molto altro ancora. Non c’è categoria di alimento che non si possa trovare in monoporzione. E infatti, la presenza di questa tipologia di prodotti sta aumentando nei supermercati, che si adeguano alle nuove esigenze dei consumatori.

Sono molti i motivi per cui le persone si stanno sempre più rivolgendo ai formati monoporzione. Innanzitutto, perché sono pratici e veloci. Pronti in pochi minuti, si possono portare con sé e consumare – quasi – ovunque, anche durante una veloce pausa pranzo. Ma non solo. I prodotti monoporzione possono essere utili quando si è a dieta perché aiutano a tenere sotto controllo il consumo di calorie.

Gli ecologisti storceranno il naso, pensando alla quantità di imballaggi necessaria per il business dei monoporzione. In effetti, sul fronte sostenibilità, questo tipo di prodotto non è tra i migliori, perché produce molti rifiuti. Ma secondo il Norvegian Institute of Food Nofima lo spreco di cibo ha un impatto ancora più negativo sull’ambiente e i pasti monoporzione aiutano a prevenirlo.

Potrebbe interessarti anche Istat: il reddito dei pensionati è un grande aiuto per le famiglie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here