Camminare è importante, anche se lo si fa solo per pochi chilometri e in un periodo di tempo limitato. È questo il risultato di una ricerca che ha confermato quanto un po’ di moto quotidiano sia necessario per il corpo, soprattutto per quello della generazione senior. Lo studio si è concentrato su un gruppo di donne americane over 65, ma può essere utile per chiunque voglia conoscere, e sfruttare, i benefici di una passeggiata.

I dati che hanno ispirato la ricerca

Secondo i dati cui si sono ispirati i ricercatori, una donna statunitense su quattro di età superiore ai 65 anni non è in grado di camminare per due isolati o salire una rampa di scale. Conosciuta come disabilità motoria, è il principale tipo di incapacità negli Stati Uniti e un fattore chiave per la perdita di indipendenza di una persona. La nuova ricerca dell’Università di San Diego in California suggerisce che l’attività fisica di intensità leggera, inclusi lo shopping o una passeggiata informale, può conservare la mobilità nelle donne anziane e apportare numerosi benefici. Pubblicato nella rivista medica Jama Network Open, lo studio ha scoperto che le donne che non avevano una disabilità motoria all’inizio dei test e che hanno svolto attività a intensità leggera avevano il 40% in meno rischi di subire una perdita di mobilità negli anni successivi.

I benefici di una passeggiata per i senior

I test hanno osservato 5.735 donne di età pari o superiore a 63 anni, che vivono negli Stati Uniti. Le partecipanti hanno indossato un accelerometro per sette giorni al fine di ottenere misurazioni accurate della loro attività fisica. Il tempo medio trascorso facendo attività fisica leggera è stato di 4,8 ore al giorno. Si tratta di una cifra complessiva, composta da varie passeggiate nonché di movimenti in casa. I ricercatori hanno scoperto che le donne che trascorrevano la maggior parte del tempo a svolgere attività fisica avevano maggiori benefici per il fisico e una migliore salute cardiovascolare.

Le parole degli scienziati

“L’attività fisica da moderata a intensa è sempre più difficile da eseguire con l’avanzare dell’età. Considerando l’invecchiamento della popolazione, questi risultati potrebbero avere un impatto importante sulle raccomandazioni di salute pubblica, ponendo maggiore attenzione sull’importanza di un’attività fisica leggera per migliorare la salute e il benessere delle donne anziane. Ciò potrebbe aiutare le donne a mantenere la mobilità e l’indipendenza con l’avanzare dell’età – ha detto John Bellettiere, uno degli autori. Inoltre, i nostri risultati hanno mostrato che l’attività fisica a intensità leggera è associata a una migliore mobilità, indipendentemente dalla quantità di attività fisiche ad alta intensità, come camminare a ritmo sostenuto, fare jogging o correre. Quindi, che ci si alleni o meno assiduamente, l’attività fisica leggera è sempre salutare “. Ora una breve passeggiata all’aperto non sarà solo una scusa per uscire, ma può essere sfruttata per restare in forma e in salute.

Andrea Indiano

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here