Una volta raggiunta la tanto agognata pensione un’opzione concreta e fattibile è quella di godersela in un paese dove la vita è meno cara e dove è possibile fare nuove esperienze, voltando pagina e godendosi la tanto meritata libertà dal lavoro. Ma quali sono i migliori Paesi per pensionati? Bulgaria, Grecia e Malta sono ad esempio solo alcuni dei paesi in cui i pensionati italiani possono decidere di andare a vivere in maniera agiata grazie all’assegno previdenziale. Il motivo è semplice. Il regime fiscale in questi stati è nettamente più favorevole rispetto a quello italiano.

 I migliori Paesi per pensionati

Grecia, meta perfetta

Da qualche tempo la Grecia è a pieno titolo una delle mete più ambite dai pensionati italiani. Questo grazie al fatto che se questi decidono di trasferirsi sul territorio ellenico il governo  promette loro una flat tax al 10 per cento per i primi 10 anni di residenza. L’unico requisito richiesto per ottenere il beneficio fiscale è, infatti, proprio quello di andare a vivere in Grecia.

Oltre al Paese ellenico esistono altri paesi in cui un pensionato o una pensionata italiana possono decidere di trascorrere le loro giornate in assoluto relax. 

 Paesi per pensionati, ecco i più convenienti

Oltre alla Grecia, un altro Paese da prendere in considerazione è la Bulgaria, dove le pensioni sono esentasse. Anche Cipro è una meta da non sottovalutare dove l’aliquota massima è fissata al 5%. La Tunisia offre ottime opportunità. Qui, l’esenzione vale per l’80% dell’importo, mentre sul restante viene applicata un’aliquota del 7%. Tra i Paesi più quotati per godersi la pensione troviamo anche la Romania, che vanta una flat tax al 10% e ha un costo della vita molto basso rispetto a  quello italiano.

Se il sogno è però quello di vivere tra paesaggi marini e rilassanti, non va dimenticata Malta dove è applicata una flat tax al 15%, con le sue bellezze naturali e il clima perfetto, oltre al costo della vita relativamente basso. Impossibile poi non citare il Portogallo, un paese dal clima mite quasi tutto l’anno dove, benché abbia recentemente ridimensionato le sue politiche sui pensionati stranieri, le agevolazioni rimangono molte e il costo della vita è contenuto.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here