Over è meglio: 7 buoni motivi per godersi i 50 anni

Lo diceva già Victor Hugo: “I 40 anni sono la vecchiaia della giovinezza, ma i 50 anni sono la giovinezza della vecchiaia”. E sono l’inizio di una nuova stagione, nella quale, se la salute ci assiste, ma molto dipende da noi e da come ci siamo comportati in passato, possiamo provare a raccogliere i frutti di una lunga semina. Vediamo quali.

  • La saggezza. Fare tesoro delle esperienze precedenti. Imparare dai propri errori. Entrare in empatia con le persone e individuarne velocemente pregi e difetti. Non lasciarsi guidare solo dall’istinto, ma imparare a miscelarlo con il ragionamento. E viceversa. Tutto questo difficilmente fa parte del bagaglio della gioventù, è un patrimonio che si conquista con gli anni.

 

  • Il tempo libero. Gli anni della gavetta lavorativa sono finiti e quelli della pensione si avvicinano, manovre economiche permettendo, o sono già arrivati. Non dovete più dimostrare quanto valete né sentire il peso delle aspettative che incombono su ogni vostra azione.

 

  • L’indipendenza dal giudizio altrui. Che non è mai stato così ininfluente. Passiamo tutti, chi più chi meno in relazione al carattere, la prima metà della vita a farci influenzare dalle nel-deserto1opinioni di genitori e parenti vari, di amici e insegnanti, innamorati e colleghi di lavoro, per non parlare dei capi. Ora basta. A 50 anni suonati e una certa dose di esperienze alle spalle, ci siamo conquistati il diritto di infischiarcene. L’unico parere che conta è il nostro.

 

  • Il sesso. Sono in molti a sostenerlo, il sesso migliora con gli anni, come il vino. L’età della maturità si lascia alle spalle stress e complessi. E porta in dote complicità e fantasia. Conosciamo meglio il nostro corpo, sappiamo cosa ci piace e non ci vergognamo a chiederlo. In più, e chi ha avuto figli se lo ricorda bene, non c’è pericolo che nel cuore della notte un bambino che ha fatto un brutto sogno bussi alla porta proprio sul più bello.

 

  • I nipotini. Chi ne ha, e ha la fortuna di potersene occupare, incombenza che con la crisi e la frenesia della nostra quotidianità capita a sempre più a nonni e nonne, sa che con loro non è come con i figli. Che vanno educati, preparati ai rigori della vita adulta, possibilmente senza mostrare incrinature nella facciata di genitori modello. Con i nipoti ci si può rilassare, li si può viziare, ci si può dedicare ininterrottamente a loro, fino a che tornano a casa con papà e mamma.

 

  • Il benessere economico. I figli sono grandi e indipendenti? E’ arrivato il momento di godervi i risparmi di una vita. Viaggi, terme, piccoli lussi: concedeteveli senza indugiare.

 

  • Gli hobby. Avete sempre sognato di cucire un patchwork, prendervi un cane e passeggiare per ore in campagna con lui, imparare tutti i segreti del cake design, guardarvi la filmografia del vostro regista preferito in lingua originale, setacciare musei e mercatini, studiare il giapponese? Ora finalmente potete farlo.