Over 50 e vita sessuale: i cambiamenti degli ultimi 20 anni

I bisogni della vita sessuale degli over 50 della capitale: i cambiamenti psicosessuali degli ultimi 20 anni raccontati dalla Presidente dell’Associazione Italiana di Sessuologia Clinica (AISC).

Per capire qual è il profilo psicosessuale degli over 50 della capitale, abbiamo chiesto all’AISC di aprirci le porte. Il suo Presidente, la Dottoressa Marinella Cozzolino psicoterapeuta-sessuologa, ci ha offerto un quadro chiaro anche sui cambiamenti relazionali che investono questa fascia generazionale.

Lei, con la sua associazione lavora sul territorio Laziale da 20 anni ed ha avuto modo di monitorare come sono cambiati i bisogni della vita sessuale degli utenti che si rivolgono alla sua Associazione. Presidente, cosa ci può dire in merito?

Quando abbiamo iniziato il nostro lavoro di psicosessuologi, io ed i miei colleghi dell’associazione Italiana di Sessuologia Clinica, esattamente venti anni fa, i nostri studi erano frequentati prevalentemente da donne con una età media di circa trentanni. Oggi la situazione è completamente capovolta. L’età media dei nostri utenti si aggira tra i 45 ed i 55 anni e non vi è alcuna differenza significativa tra i due sessi. Quindi si registra un aumento della richiesta degli interventi proprio da chi ha 50 anni. Sembra evidente la corrispondenza di questo dato con ciò che la società vive attualmente: l’allungamento della vita, la ricerca di una migliore qualità di vita proprio per chi appartiene ad età più mature.

Presidente, può aiutarci a capire quali sono i bisogni, le domande che portano nella stanza delle consulenze?

La maggior parte delle richieste di intervento per terapia o semplice sostegno che pervengono presso la nostra associazione riguardano i rapporti amorosi ed affettivi, la fine di un matrimonio (spesso per calo del desiderio sessuale), tradimenti o nuovi innamoramenti. Di certo alla base di tutte queste problematiche c’è la fine dell’attrazione sessuale per il partner.

Di questo dato, che pur si interseca con una evidenza culturale, Lei come psicoterapeuta-sessuologo che spiegazione può dare?

Il desiderio sessuale e quindi il trasporto e la tensione erotica che ci spingono verso l’altro sono intimamente legati al mistero ed all’assenza. Nelle storie lunghe (normali per chi ha 50 anni) il desiderio viene fagocitato dall’abitudine, dalla quotidianità e dalla tendenza, eccessivamente diffusa, a considerare il partner come un bene acquisito.

Rispetto alle abitudini sessuali e relazionali, cosa rende i 50enni che Lei incontra oggi diversi dai 50enni delle due decadi precedenti?

Gli over 50 di oggi di certo non vanno considerati soggetti di mezz’età come poteva accadere solo qualche anno fa considerando le generazioni dei nostri nonni e dei nostri padri, per cui, a quell’età l’esplorazione sessuale poteva dirsi pressocchè conclusa. I cinquantenni di oggi sono uomini e donne, spesso molto giovanili, nel pieno della maturità sessuale, in cerca di esperienze sempre nuove e sempre più gratificanti.

Oltre al supporto e alla terapia psicologica, realizzate delle attività dedicate agli over 50?

Come già spiegato all’inizio la maggior parte dei nostri utenti appartiene a questa fascia d’età. Per questo motivo la maggior parte delle nostre iniziative è rivolta a loro. Per saperne di più sui seminari, gli incontri-dibattito e le giornate di approfondimento basta consultare il nostro sito www.sessuologiaclinica.net’

Dott.ssa Sabina Garofalo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here