Nuovo Polo Emato Oncologico al San Martino di Genova

È stato inaugurato oggi a Genova il nuovo Polo Emato Oncologico dell’Ospedale Policlinico San Martino, realizzato con il finanziamento di Regione Liguria, anche attraverso i Fondi Sviluppo e Coesione (FSC) e Ospedale Policlinico San Martino, con il significativo contributo di Ail – sezione Genova onlus (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma).

Un investimento di oltre un milione euro, di cui 795.303 euro da parte di Regione Liguria e Ospedale Policlinico San Martino e 536.000 euro da AIL Genova – ha permesso di completare il Reparto Degenze dell’Unità Operativa di Ematologia, al piano zero del Padiglione Patologie Complesse e gli Ambulatori di visita al Padiglione Isolamento 1, da oggi pronti a diventare operativi.

L’intervento appena concluso ha interessato una superficie di circa 800 mq per le degenze, in grado di ospitare fino a 30 pazienti in 17 camere, 4 singole e 13 doppie, e 400 mq per gli studi medici.

«Il trasferimento delle degenze e delle attività ambulatoriali dei nostri due reparti di Ematologia in questi spazi rinnovati un tempo dedicati alla cura dell’Aids – sottolinea il Direttore Generale dell’Ospedale Policlinico San Martino Giovanni Ucci – rappresenta un altro tassello nella realizzazione del San Martino Cancer Center, un’area che riunisca anche fisicamente tutte le principali competenze e attività cliniche di oncologia e oncoematologia del Policlinico. La sinergia con AIL rappresenta un bell’esempio di sussidiarietà tra sistema sanitario pubblico e iniziativa del volontariato, non solo per il contributo di risorse ma anche di idee ed energie che hanno contribuito a realizzare in tempi brevi un’opera di pregio per il servizio ai pazienti e alla comunità».

Ulteriori lavori e finanziamenti successivi saranno invece dedicati alla realizzazione del Day-Hospital al primo piano del Padiglione Isolamento 1. L’investimento complessivo del Polo Emato Oncologico ammonta a 4.701.476 euro, di cui 3.976.923 euro stanziati dalla Regione Liguria e 724.553 euro dall’Ospedale Policlinico San Martino. Una cifra importante utile a intervenire su spazi ampi e centrali nell’economia del Policlinico: Patologie Complesse, Padiglione Isolamento 1°, Padiglione Isolamento 2° e Padiglione IST Sud. Alcuni lavori sono ancora in corso e salvo imprevisti, saranno completati entro la prossima primavera.

«Questo reparto – afferma la vicepresidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale – è un bell’esempio di valorizzazione dell’eccellenza ligure costituita dal Polo Emato Oncologico nell’hub regionale dell’Ospedale Policlinico San Martino e di sinergia con il mondo dell’associazionismo, sempre più centrale in quello che è il nuovo corso della sanità ligure che mette al centro la persona. In questo reparto grande attenzione è stata posta per l’umanizzazione dei luoghi che devono anche rispettare la persona nell’accoglienza. Qui abbiamo eccellenze nazionali: i cittadini devono sapere che le cure migliori si trovano qui a Genova e in tutta la Liguria».

«Grazie alle importanti donazioni dei nostri sostenitori e al lavoro dei nostri 300 volontari, siamo riusciti a sostenere l’acquisto di tutti gli arredi del reparto degenza e degli ambulatori, secondo un progetto che mette al centro il benessere dei pazienti – ha commentato Liliana Freddi, presidente Ail Genova – C’è però ancora tanto da fare e per questo è fondamentale l’attività di sensibilizzazione. Ail non può lavorare da sola. Abbiamo bisogno del supporto di tutti per poter sostenere al meglio l’Unità di Ematologia e il Centro Trapianti dell’Ospedale Policlinico San Martino, da sempre all’avanguardia a livello nazionale».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here