Moralità e onestà in Italia: lettera aperta di Francesco Lena

Pubblichiamo la lettera aperta di un nostro utente che offre validi consigli per rimettere in luce i valori fondamentali in questa Italia sofferente: la moralità e l’onestà.

Assistiamo ogni giorno a notizie, fatti di cronaca in tante parti del nostro bel paese, che rovinano l’immagine, la serena convivenza civile e sociale dell’Italia e degli italiani.

Mafia, corruzione, lavoro sommerso, esportazione di capitali all’estero, malavita organizzata. E’ ora di mettere mano con forza alla moralizzazione del paese. Moralità, onestà, e verità, devono diventare una priorità dei problemi da risolvere in Italia.

Alcune semplici proposte:

1) In ogni comune d’Italia sia nominato un assessore addetto alla legalità. Una persona onesta competente che sappia organizzare sul territorio locale, controlli efficaci e promuovere una cultura del rispetto delle leggi, delle regole.

2) Tutte le forze addette al controllo e al rispetto delle leggi, dovrebbero mettere in atto una strategia efficiente di prevenzione, di rispetto e di repressione. Un grande supporto di aiuto può essere quello di utilizzare al meglio strumenti elettronici e informatici.

3) Le istituzioni a ogni livello, devono prima di tutto dare il buon esempio di onestà, verità e trasparenza, poi il parlamento emanare leggi semplici e chiare, per facilitare la sua applicazione. Il governo introdurre meccanismi operativi meno burocratici e semplici, che favoriscano il rispetto e il controllo delle normative. Elaborare un progetto per far diminuire l’uso di soldi in contanti in circolazione, potenziando invece l’obbligo dell’uso di sistemi a pagamento  elettronici, tracciabili, carte di credito, bancomat, carte prepagate. Le regioni devono impegnarsi molto di più nel ruolo della legalità nel controllo, per prevenire l’infiltrazione delle mafie negli appalti di lavori e di servizi, nominare un assessore regionale, possibilmente un magistrato addetto alla legalità.

4) Scuole di ogni ordine e grado dovrebbero inserire nei programmi d’istruzione, studio e formazione un’ora settimanale di educazione al rispetto delle leggi delle regole, per far crescere la cultura dell’onestà.

5) le associazioni di volontariato e parrocchie, promuovere ancora meglio quello che fanno, la cultura dei valori veri della vita, moralità, onestà, verità, solidarietà e giustizia sociale.

6)I sindacati, è molto importante la loro funzione e la loro presenza sui posti di lavoro per i contratti, diritti e doveri, ma ora dovrebbero fare uno sforzo di più per combattere, il lavoro nero, la corruzione, l’evasione fiscale per contribuire a rendere questo paese più onesto, più sano e a risvegliare le coscienze, verso un sentito dovere di pagare tutti il dovuto, per pagare meno, se quest’obiettivo  venisse raggiunto, potrebbe valere economicamente e socialmente non meno di un contratto.

7) Cari responsabili dei mezzi d’informazione, tv,giornali, radio, internet, dovete dare più spazio agli onesti, a chi si batte per rendere l’Italia più pulita e, non usate più la parola furbi per chi non rispetta le leggi, ma dite che sono dei disonesti, l’informazione deve anche  fare formazione, magari con trasmissioni sulla legalità, per dare una mano a costruire una società più sana, piena di valori, di diritti e doveri.

8) Cari cittadini onesti, dobbiamo far sentire di più la nostra voce è un dovere, dobbiamo in ogni luogo fare la nostra parte da protagonisti, prima di tutto far notare il nostro buon esempio di onestà e verità, dire che questi sono valori che occupano un solo posto una sola strada bella, luminosa, limpida che porta al miglioramento della vita di tutti.

L’Italia è bella e merita di volare più alto, dobbiamo contribuire tutti a bonificarla, pulirla dal mal costume, dalle mafie, dalla corruzione, è il momento di alzare la testa, dobbiamo farlo in fretta e combattere la molto diffusa indifferenza. Dobbiamo rendere la nostra fantastica Italia ancora più bella, poter vivere tutti nell’onestà, in una società sana limpida solidale, migliore e più giusta in cui poter trascorrere tutti la nostra vita più tranquilla e più serena. La legalità conviene, può farci solo che del bene.

Francesco Lena, Cenate Sopra (Bergamo)

 

3 COMMENTS

  1. Gentile Redazione Le mando questo semplice scritto Veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie.
    W il primo Maggio, festa dei lavoratori.
    W le persone sincere e che si comportano bene, sui posti di lavoro e nella società.
    W la bellezza delle persone che amano il rispetto dell’altro e che s’impegnano a salvare vite in difficoltà.
    W l’intelligenza delle persone che amano impegnarsi sui posti di lavoro, per i diritti dovere e la sicurezza.
    W il cuore aperto delle persone che amano, la condivisione, la collaborazione e la solidarietà.
    W il bene delle persone che fanno il proprio dovere da cittadini in ogni campo, con sincerità e onestà.
    W l’umiltà delle persone che fanno il proprio lavoro con etica passione e umanità.
    W la luce delle persone che s’impegnano perché tutti i cittadini abbiano un posto di lavoro legale, regolare.
    W la tenacia delle persone che s’impegnano perché tutti i cittadini del mondo abbiano da mangiare.
    W la gentilezza delle persone che s’impegnano, per far si tutti i bambini abbiano il diritto di giocare.
    W l’umanità delle persone, che con creatività e tenerezza, prendono cura dei più deboli e dei vecchi.
    W la giustezza delle persone, che hanno a cuore la vita e che s’impegnano per costruire la pace nel mondo.
    W la trasparenza delle persone che amano fare informazione, costruttiva, sincera e obiettiva.
    W il mondo del lavoro, w i lavoratori e che sia salvaguardata sempre la loro dignità.
    W la democrazia, w l’uguaglianza, w la libertà, w la fratellanza, w il primo Maggio, w i lavoratori.
    Francesco Lena Via Provinciale, 37
    24060 Cenate Sopra ( Bergamo ) tel. 035956434

  2. Gentile Redazione Le mando questa mia semplice poesia , Veda se ritiene utile pubblicarla, grazie.
    Poesia
    La verità
    La verità è un grande valore umano, se accompagnata con umiltà,
    rende le persone più umane, forti, dona armonia e serenità.
    La verità è luce, dona un futuro sicuro e pieno di belle novità,
    illumina il nostro cammino nella vita, ci da più sicurezza e stabilità.
    In questa epoca che circolano tante falsità, fa riscoprire la bellezza della verità,
    amarla e praticarla rende le persone limpide, più coraggiose nella responsabilità.
    Il grande vantaggio che ci da la verità, rende il nostro comportamento trasparente e sano,
    se accompagnata con il valore dell’onestà, è ancora migliore, dona speranza e porta lontano.
    Amare la verità, ci dona fiducia, tranquillità, ci rende più sereni e sicuri,
    ci da la forza di contribuire alla costruzione di una società più giusta, aperta, ospitale e senza muri.
    Lasciamo fiorire la verità, nelle nostre case, nelle nostre menti e nelle nostre azioni di ogni giornata,
    ci farà stare bene e ritrovare la gioia e la semplicità.
    C’è bisogno i coltivare il desiderio di verità, per migliorare i nostri umori.
    rende gli uomini e donne liberi, porta pace e felicità nei nostri cuori.
    Dire la verità, consente di andare in giro a testa alta, di non avere nulla in cui rimproverarsi,
    ci rende sicuramente persone più coraggiose, da meravigliarsi.
    La verità, è chiara semplice e sempre il momento giusto per dirla e bisogna essere orgogliosi,
    è illuminante, porta a essere nella società, più solidali e generosi.
    La verità, è un bel nutrimento dell’intelligenza,
    se praticata con onestà, umiltà e semplicità, crescerà e germoglierà in tutta l’umanità.
    Francesco Lena Via Provinciale,37
    24060 Cenate Sopra (Bergamo) Tel. 035956434

  3. Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto, Veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie.
    Lettera aperta ai negazionisti COVID.
    Cari negazionisti del COVID, in questo periodo difficile per le infezioni da coronavirus, non c’è proprio bisogno di negare la sua esistenza e di divisioni.
    1) Vi prego gentilmente di andare a vedere cosa è accaduto nelle zone, dove sono venute a mancare tantissime persone per infezioni da coronavirus, in particolare andate a Bergamo, questo vi aiuterà a capire l’immensa tragedia avvenuta.
    2) Andate a sentire i parenti dei medici, degli infermieri, di tutto il persole sanitario, dei volontari, delle forze dell’ordine, di tutti gli altri parenti di persone venute a mancare per coronavirus.
    3) Quando c’è un’emergenza come quella per coronavirus, bisogna collaborare tutti per mettere in atto una strategia, un programma per salvare il più vite possibile.
    4) In queste situazioni c’è bisogno di essere uniti per reperire risorse energie, economiche e umane, assunzione di più personale, medici, infermieri, per gli ospedali e in particolare per il territorio, con più mezzi e materiale a disposizione, per rafforzare i servizi socio sanitari sul territoriali, per svolgere funzioni di filtro, in particolare di prevenzione
    5) Poi c’è bisogno di potenziare le rianimazioni, con più posti letto, più materiale e apparecchiature moderne.
    6) Ora dobbiamo tutti fare la nostra parte di responsabilità, per contribuire dentro i mezzi di informazione e formazione, a far circolare e dare notizie scientifiche vere, corrette, sincere, per contribuire a far crescere in ognuno di noi e nella società la coscienza etica e morale, per la salvaguarda la difesa della salute e con il dovere delle istituzioni sia veramente garantita a tutti i cittadini in eguale misura.
    7) Con questa grave pandemia da coronavirus , dobbiamo impegnarci e lavorare con tenacia nella solidarietà tutti uniti per migliorare le condizioni convivenza e di salute, non si salva nessuno da solo, dobbiamo crederci e ognuno di noi dare il proprio contributo , di impegno per superare questo momento di crisi sanitaria, economica, sociale, c’è la faremo a uscirne in salute e tutti migliori.
    Francesco Lena Via Provinciale,37
    24060 Cenate Sopra ( Bergamo ) Tel. 035956434

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here