Mogol: il segreto della musica

“E chiudere gli occhi per fermare qualcosa che è dentro me ma nella mente tua non c’è. Capire tu non puoi tu chiamale se vuoi…emozioni” così cantava Lucio Battisti nella meravigliosa canzone Emozioni.
Canzone composta per lui da un autore… Mogol.

Le emozioni, sono proprio quelle che decretano se un testo, se una canzone, se un film possono essere considerati o meno un’opera d’arte. Le emozioni sono anche il metro per valutare la poesia. Così afferma il maestro Mogol.

Emozioni che ha sempre cercato di suscitare attraverso i suoi testi e attraverso la sua passione: la musica. Perché la musica è il veicolo perfetto della cultura popolare. La musica arriva al cuore della gente e proprio per questo deve avere una missione, deve veicolare la cultura del popolo. È il mezzo perfetto per che permette di trasmettere facilmente le tradizioni.

“Un libro, se ha successo, raggiunge i 10 mila lettori, una canzone se ha successo ne raggiunge 10 milioni” ha affermato il maestro durante la conferenza stampa tenutasi a Genova per presentare il progetto “Sing&Song” dedicato al perfezionamento musicale e che si rivolgerà a 15 giovani liguri, i quali potranno partecipare ad un corso di perfezionamento della durata di tre settimane presso il CET, Centro Europeo Toscolano diretto da Mogol.

Una passione, quella di Mogol che lo ha portato, 25 anni fa, a fondare il CET, scuola di formazione per autori, cantautori e interpreti con lo scopo di valorizzare e qualificare nuovi professionisti. In uno scenario dove spesso non vengono valutati gli artisti per quello che valgono, bisogna invertire la tendenza.

È proprio questo l’obiettivo della Regione Liguria, che mette a disposizione 60.000 euro per finanziare il progetto “Sing &Song”, rivolto ad autori di testi, compositori e interpreti. Verranno selezionati 15 giovani liguri di età compresa tra i 18 e i 30 anni, individuati dopo una selezione pubblica. I 15 giovani avranno la possibilità di fare una particolarissima esperienza di apprendimento musicale a contatto del grande artista italiano Mogol, della durata di tre settimane.

I corsi spazieranno dalle tecniche del linguaggio canoro all’analisi della scrittura di un brano, dalla forma di una canzone alla metrica e all’utilizzo della rima, dalla presenza sul palco alla tecnica della voce, al rapporto tra testo e melodia, fino agli arrangiamenti moderni e all’uso della tecnologia e delle piattaforme musicali.

Un’esperienza unica che farà vivere ai ragazzi selezionati un milione di emozioni, e chissà che tra loro non si nasconda il nuovo Battisti!

(Redazione)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here