Mindfulness, uno studio spagnolo ha cercato di comprenderne il successo

Trovare o meglio avvicinarsi a trovare la pace interiore, soprattutto durante periodi caratterizzati da un forte stress emotivo è quello che prova a proporre il metodo della cosiddetta meditazione consapevole o “Mindfulness” come viene definita dagli anglosassoni. 

Questo stile di meditazione è un fenomeno che sta prendendo sempre più campo perché sembra effettivamente in grado di ridurre l’ansia e lo stress in generale infondendo in chi lo pratica un rinnovato senso di benessere. 

Tra buddhismo e psicologia

Da qualche anno la mindfulness sembra aver trovato terreno fertile anche in Italia dove viene praticata da un numero sempre maggiore di persone. Il segreto di questo successo è probabilmente da ricercare nel fatto che si tratta di un tipo di meditazione che deriva dal buddhismo ma che si distanzia da quest’ultimo perché contiene pochissime o nessuna caratteristica religiosa. 

Mindfulness come funziona

La pratica della mindfulness si avvicina di più all’ambito clinico e psicologico pur partendo, come anticipato, dalle pratiche classiche e antichissime della religione buddista, che ricordiamo non è un culto monoteista come la religione cristiana o quella mussulmana. 

Chi pratica la mindfulness si attiene di solito a 7 principi base che elenchiamo di seguito. 

  • Non giudizio
    La nostra mente nell’esatto momento in cui produce un pensiero, emette un giudizio che, nella maggior parte dei casi, finisce con l’appesantirci. La mindfulness può essere utile nel prendere consapevolezza della nostra tendenza a giudicare portandoci ad imparare e ad osservare semplicemente 
  • Pazienza
    Quando viviamo un momento difficile, desideriamo che le cose possano risolversi subito; ancora, quando ci apprestiamo ad imparare qualcosa, siamo impazienti di apprendere tutto e subito. In realtà, la nostra mente, il nostro corpo sono naturalmente dotati della capacità di adattamento e di apprendimento e se lo lasciamo fare, naturalmente raggiungerà quegli obiettivi. 
  • Mente del principiante
    Con mente del principiante si intende il modo di guardare e vivere il mondo con lo stesso spirito di curiosità e scoperta che utilizzano i bambini, in modo da trovare sempre il lato positivo nella quotidianità 
  • Fiducia
    Se ci si fida del fatto che un giorno si imparerà una determinata cosa, o che si riuscirà a cambiare perché il cambiamento è insito nella natura umana la percezione di se stessi cambierà in meglio 
  • Non cercare risultati
    Lasciare da parte il desiderio di ricercare e di ottenere dei risultati a tutti i costi, rende più facile concentrarsi su determinati aspetti della vita e sui problemi che si devono e si possono risolvere acquistando un maggior senso di pace e serenità. 
  • Accettazione
    Vedere le cose così come sono, accettando la loro natura e il loro ruolo nel presente che si vive contribuisce a raggiungere un grande senso di liberazione. 
  • Lasciare andare
    Questo principio è strettamente collegato al precedente e si basa sul fatto che se si è in grado di accettare ciò che accade è possibile lasciare andare tutto con più facilità vivendo la fine di ogni situazione o sensazione anche dolorosa con un maggior senso di leggerezza 

Lo studio spagnolo

A sottolineare i benefici della Mindfulness ci ha pensato anche uno nuovo studio, condotto da ricercatori della Pontificia Università di Salamanca in Spagna e pubblicato sul Journal of Clinical Psychology. Lo scopo di questo studio è stato quello di identificare i motivi per i quali questa pratica induce indubbi effetti psicologici positivi. 

Lo studio in questione è stato realizzato sottoponendo un questionario a 414 persone dedite alla pratica della meditazione consapevole e ad altrettante non praticanti. Elaborando i dati raccolti i ricercatori hanno notato come chi pratica Mindfulness sia più incline ad accettare i momenti più difficili della vita. 

José Ramon Yela uno dei ricercatori spagnoli impiegato nell’indagine ha sottolineato come sarebbero tre i fattori di successo dellMindfulness: la capacità di autocompassione; il poter sperimentare che la vita ha un suo significato e il poter ridurre l’evitamento esperienziale, ossia la misura in cui le persone tendono ad evitare pensieri ed emozioni spiacevoli che comunque fanno parte della vita. 

Andrea Carozzi 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here