Mary Trump, come la mia famiglia ha creato l’uomo più pericoloso del mondo

Le esplosive memorie della nipote del Presidente Trump 

Alla fine di luglio uscirà il libro, a dir poco esplosivo, di Mary Trump, la nipote del presidente americano. Alcune anticipazioni danno giudizi poco lusinghieri sull’importante zio con il quale Mary non ha mai avuto un grande feeling. 

Ma chi è realmente Mary Trump e perché ha deciso di fare uscire il libro adesso titolato Too much and never enoughhow my family created the world’s most dangerous man.  

Il libro uscirà una settimana prima dell’inizio della convention nazionale dei repubblicani, nella quale il potente zio accetterà la nomination del partito per competere contro il democratico Biden nelle elezioni di novembre. 

Mary Trump, di 55 anni, è la figlia di Fred Trump Jr., il fratello maggiore del presidente, morto nel 1981 a 42 anni. 

Fred aveva sofferto per gran parte della vita di alcolismo e la sua morte prematura è stata causata da un attacco cardiaco causato dalla sua relazione con l’alcool.   

Trump in campagna elettorale aveva usato l’esempio del fratello per attaccare i temi della lotta alla droga e all’alcool. 

Mary Trump, che vive a Long Island a New York, ha ottenuto un dottorato in psicologia clinica all’Università Adelphi di New York. Nel 2012 ha fondato la compagnia Trump Coaching Group con sede nella stessa New York.   

I documenti confidenziali che Mary Trump ha consegnato al The New York Times” sono serviti al giornale per fare un’inchiesta sulle finanze personali del presidente. 

Secondo questa esclusiva, premiata con il Premio Pulitzer, il presidente aveva ricevuto qualcosa come 400 milioni di dollari di oggi dall’impero immobiliare di suo padre. 

Amazon promuove il libro nel quale la nipote racconterà come suo zio sia diventato l’uomo che minaccia la salute, l’economia, la sicurezza e il tessuto sociale del mondo. 

Mary spiegherà come alcuni eventi specifici e modelli familiari abbiano creato l’uomo che occupa la poltrona del paese più importante al mondo.  

Nel libro l’autrice utilizza le sue conoscenze da testimone di prima mano in tutti gli avvenimenti e le azioni della famiglia. Tra i ricordi che usciranno ci saranno le accuse di quando il presidente prendeva il giro il padre appena questo cominciò a soffrire di Alzheimer. 

Da quando Trump è diventato presidente la nipote ha evitato l’attenzione di pubblico e media, nonostante in passato sia stata molto critica con suo zio.  

Il rancore tra zio e nipote è nato quando lei e suo fratello presentarono nel 2000 una domanda nella quale chiedevano una parte spettante del patrimonio del padre, Fred Trump senior. 

Secondo il New York Daily News, questa richiesta sostiene che nel testamento del 1991 ci furono azioni manipolatorie visto che il patriarca soffriva di demenza senile. 

Ma la nipote e il fratello hanno fatto un’altra causa dopo che l’assicurazione medica di cui godevano è stata cancellata dalla compagnia di Trump, come rappresaglia alla prima causa legale. Alla fine, il caso si chiuse senza che i termini dell’accordo fossero svelati.  

Secondo alcuni tweet attribuiti alla Trump si sente come Mary si sia dimostrata molto scontenta quando lo zio vinse le elezioni. In uno di questi dice persino: questa è una delle peggiori notti della mia vita”. 

E in un altro tweet parlando di Hillary Clinton diceva che era uno straordinario essere umano e funzionario pubblico. 

E da ultimo nella sua biografia su Twitter vi è l’hashtag “Black Lives Matter. Più di così contro un parente non si può 

Daniele Rosa 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here