Malattie delle valvole cardiache, queste sconosciute al 95% degli over 60

Sono spesso trascurate, ma riguardano oltre un milione di italiani. Il 95% degli over 60 non ha mai sentito parlare delle malattie delle valvole cardiache: solo 2 persone su 100 ritengono siano malattie di cui preoccuparsi.

Il restringimento della valvola aortica può compromettere la funzionalità del muscolo cardiaco, portando a grave scompenso. Se non trattata per tempo può avere conseguenze gravi. Secondo un’indagine internazionale commissionata all’istituto di ricerca britannico Opinion Matters condotta su circa 12.800 persone, solo il 5% della popolazione anziana la conosce.

«Già oggi gli over 65 rappresentano in Italia quasi un quarto della popolazione − dichiara Alessandro Boccanelli, presidente Società Italiana di cardiologia geriatrica (Sicge) − e nei prossimi 25 anni questo dato oltrepasserà la soglia del 30%. Per questo, le malattie delle valvole cardiache, manifestandosi in genere dopo i 65 anni di età, saranno sempre più diffuse, con conseguenti risvolti sulla spesa sanitaria».

Secondo l’indagine, però, solo 2 persone su 100 pensano che siano malattie di cui preoccuparsi. «Questo dato è forse il più allarmante, visto che le forme più gravi possano portare a morte nel giro di 2-3 anni», commenta Gennaro Santoro, primario cardiologo interventista, docente della Scuola Superiore S. Anna di Pisa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here