Superata una certa età è bene tenere sotto controllo il valore di colesterolo e trigliceridi per rimanere in salute. Ma cerchiamo di vedere quali sono gli alimenti che contribuiscono ad innalzare questi valori, che rendono più soggetti allo sviluppo di malattie cardiovascolari.

Malattie cardiovascolari, cosa sono colesterolo e trigliceridi

I trigliceridi sono delle riserve energetiche che vengono accumulate negli adipociti, le cellule che formano il tessuto adiposo. Al contrario il colesterolo è un grasso prodotto dal corpo, ma ben il 20% del suo volume nel sangue deriva dall’alimentazione.

Come è noto il colesterolo si divide in ldl ed hdl. L’hdl è il colesterolo “cattivo”, quello da tenere sotto controllo. Quando è troppo abbondante, infatti, si attacca alle pareti delle arterie formando delle “placche” che ostruiscono il passaggio del flusso sanguigno e questo può provocare ictus e infarto.

I grassi saturi sono da limitare

Ad alzare in maniera sensibile il valore di trigliceridi e colesterolo sono sicuramente i grassi saturi contenuti negli alimenti di origine animale. Per questo motivo il loro consumo va moderato e limitato.

Carni

La carne è particolarmente ricca di grassi saturi così come il brodo di carne, la pelle e le parti gialle del pollo. Anche le carni lavorate come würstel, salsicce e insaccati sono particolarmente ricche di grassi saturi e di sale, che favorisce la comparsa dell’ipertensione.

Formaggi

I formaggi, soprattutto quelli molto stagionati contengono un’elevata quantità di grassi e sale e per questo andrebbero consumati con moderazione una volta ogni due settimane.

Olio per frittura e cibi industriali

Gli oli che si utilizzano per fare le fritture sono molti grassi così come il burro, il lardo, l’olio di cocco e l’olio di palma. I cibi processati o industriali come merendine, biscotti, e snack sono ricchi di zuccheri e grassi idrogenati che vanno ad incrementare (in maniera rapida) i livelli di trigliceridi e colesterolo.

Malattie cardiovascolari, ecco come contrastare l’azione dei grassi saturi

Oltre a limitare il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi, un buon modo per tenere sotto controllo trigliceridi e colesterolo è quello di sposare un alimentazione sana. Come? Innalzando i valori del colesterolo buono, l’ldl, attraverso il consumo di frutta secca, legumi e privilegiando l’olio extravergine di oliva come condimento principale.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here