Stress accumulato, nervosismo, ma anche sensazioni di nausea e vertigine. Sintomi piuttosto frequenti causati dal mal di schiena, una problematica che è risultata in forte aumento durante i periodi di quarantena che hanno spinto milioni di persona alla sedentarietà forzata. Una recente indagine pubblicata sull’International Journal of Environmental Research and Public Health, ha dimostrato che la prevalenza di casi di mal di schiena è passata dal 38,8% del pre-quarantena al 43,8% dopo il lockdown, con una crescita totale dei casi dell’11%. Ma la schiena non è stata l’unica parte del corpo interessata: le persone hanno riscontrato con più frequenza anche problemi al collo (+17%), alle spalle (+25%), al torace (+74%) e alle gambe (+40%).

I consigli degli esperti per il mal di schiena

La prevenzione parte senza dubbio a tavola, con un’alimentazione sana ricca di fibra e verdure. Evitare il sovrappeso rappresenta la condizione principale per non contrarre problemi ben più gravi alla colonna vertebrale. Si continua con esercizi di stretching e rafforzamento muscolare per migliorare la flessibilità della schiena. È consigliabile l’utilizzo di rimedi domestici semplici, ma al tempo stesso efficaci: ghiaccio o una bottiglia di acqua calda. In caso prevalga la necessità di guarire in tempi brevi, un valido aiuto arriva dalla laserterapia e da avanzate tecnologie made in Italy. Posture scorrette sono tra le principali cause del mal di schiena, ma non le uniche. Ricordiamo anche l’ernia del disco, che può causare intorpidimento e formicolio nelle gambe, la disidratazione delle vertebre lombari, risultato dell’invecchiamento, di un sollevamento sbagliato o di una caduta, e la spinosi della colonna vertebrale, una patologia degenerativa che può peggiorare in caso di sedentarietà eccessiva.

Il decalogo per prevenire e curare i dolori

  • Seguire un’alimentazione bilanciata, ricca di fibre e verdure: mantenersi in forma è il monito principale per evitare il mal di schiena.
  • Non sottovalutare lo stretching: bastano 15 minuti al giorno di semplici esercizi di stiramento muscolare per migliorare la flessibilità della colonna vertebrale.
  • Utilizzare del ghiaccio o dell’acqua calda: 20/30 minuti al giorno di acqua calda sulla schiena sono utilissimi per curare gli spasmi muscolari, secondo una ricerca dell’American Academy of Family Physicians.
  • Assumere una postura corretta: soprattutto in casi di smart working è fondamentale sedersi nella maniera più giusta possibile e fare delle pause di 20 minuti.
  • Stop al fumo: fumare ostacola la circolazione sanguigna dei dischi spinali e rende più frequente la possibilità di contrarre dolori alla schiena.
  • Rafforzare la muscolatura con esercizi mirati e sempre proporzionati in base all’età e alle proprie possibilità fisiche: plank, flessioni e addominali sono utili per migliorare il comparto muscolare lombare e prevenire eventuali fastidi.
  • Attenzione al sollevamento pesi: anche in caso di allenamenti domestici rimane fondamentale prestare attenzione alla corretta esecuzione del sollevamento di pesi.
  • Mantenere una routine rilassante: iniziare a lavorare o studiare alla medesima ora, creando un percorso giornaliero privo di stress, aiuta a evitare altre complicazioni.
  • Dormire in maniera corretta: la qualità del sonno influisce notevolmente sulla condizione lombare. Dormire in posizione supina, meglio se con un cuscino tra le gambe, aiuta a combattere spasmi muscolari.
  • Ricorrere alla laserterapia: grazie al processo di fotobiomodulazione della Theal Therapy è possibile recuperare in tempi brevi da lombalgie e altre patologie posturali.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here