fbpx

Macchie della pelle: cause e rimedi

Nella top 5 dei segni che l’ineluttabile scorrere del tempo comporta sul nostro corpo, troviamo sicuramente le macchie della pelle. Seconde per odio solo alle famigerate rughe, le macchie delle pelle sono procurate dall’avanzare dell’orologio biologico e vanno a modificare, se molto evidente, la stessa apparenza di una persona. Perché queste macchie compaiono e perché…

Nella top 5 dei segni che l’ineluttabile scorrere del tempo comporta sul nostro corpo, troviamo sicuramente le macchie della pelle. Seconde per odio solo alle famigerate rughe, le macchie delle pelle sono procurate dall’avanzare dell’orologio biologico e vanno a modificare, se molto evidente, la stessa apparenza di una persona.

Perché queste macchie compaiono e perché soprattutto sul viso?

Le macchie della pelle derivano dall’alterazione nel funzionamento dei melanociti, normalmente addetti alla produzione della melanina. Con l’avanzare dell’età, i melanociti rallentano il proprio funzionamento e il pigmento melanico smette di apparire uniforme e il viso si cosparge di macchiette più o meno scure che lo interessano nella sua complessità.

L’invecchiamento della pelle è un fattore inevitabile, che nessuna crema, intervento chirurgico, elisir di lunga vita, incantesimo o preghiera ai Santi potrà evitare per sempre. Una volta accettato questo fatto, è comunque possibile evitare che la pelle invecchi più in fretta del normale, usando alcuni accorgimenti.

Radiazioni solari, fumo, smog e vento possono accelerare questo fattore a causa dei radicali liberi, che rendono la pelle più delicata e fragile, facendo sì che il pigmento venga rilasciato irregolarmente e che compaiano le cosiddette “macchie senili”, in particolar modo su mani e viso.

Un altro fattore di accelerazione del fenomeno o di comparsa delle macchie della pelle anche in giovane età è l’assunzione di estrogeni. La pillola contraccettiva e le modificazioni ormonali che comporta sono percepite dai melanociti, che potrebbero tendere alla modifica della produzione del pigmento.

La stessa alterazione potrebbe verosimilmente apparire nelle donne in menopausa, in cui il calo di estrogeni porta alterazioni ormonali, da cui dette le macchie della pelle, conosciute come cloasma.

Se le macchie della pelle non risultassero solo un fattore momentaneo ma un vero segnale dell’invecchiamento cutaneo, si stanno diffondendo prodotti appositi antimacchie.

Noi di Altraetà ve ne proponiamo uno in particolare che, oltre a essere utile nella cura delle macchie di pigmentazione, ha anche il pregio di essere biologico e di avere quindi all’interno solo ingredienti “green”.

La Crema Illuminante  SKIN MOON di NatiBio possiede le proprietà naturali che derivano dalle piante, in particolare i boccioli del cappero (Capparis spinosa), il succo di arancia biologica (Citrus Sinensis), le foglie di ulivo (Olea europaea) e i chicchi di riso, in grado di combinare tutti gli estratti e fornire una forte azione depigmentante.

SKIN MOON rende la pelle candida come se foste state baciate dalla luce della luna e inibisce il processo melanogenetico, con risultati assicurati dopo quattro settimane di applicazione.

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!