Lo stress ossidativo in giovane età allunga la vita

Sembra un paradosso, eppure una recente ricerca rivela che un po’ di stress ossidativo in giovane età allunga la vita. La sorprendente scoperta sul rapporto fra longevità e stress ossidativo arriva dagli Stati Uniti, in particolare dall’Università del Michigan. Lo studio, firmato da numerosi ricercatori e condotto da Ursula Jakob e Daphne Bazopoulou, è stato pubblicato sulla rivista Nature il 4 dicembre 2019.

Lo stress ossidativo, da nemico ad alleato per una vita lunga?

La produzione di radicali liberi ha un ruolo cruciale nel processo di invecchiamento a cui sono sottoposti tutti gli organismi viventi. Questa condizione si attiva quando le cellule producono ossidanti e radicali liberi in eccesso, non riescono a gestirli e ne sono danneggiate.

I ricercatori dell’Università del Michigan hanno però scoperto che uno stress ossidativo sperimentato nella fase iniziale dell’esistenza aumenta la resistenza allo stress più tardi nella vita. Sono giunti a questa conclusione studiando alcuni vermetti, i C. elegans. Gli studiosi hanno notato che i vermi che avevano sperimentato in una fase iniziale uno stress ossidativo avevano una durata della vita più lunga rispetto agli altri.

Un nuovo fattore che influenza la longevità

Finora, si conoscevano due elementi che determinano la longevità: la genetica e l’ambiente. Per questi motivi i ricercatori hanno usato C. Elegans ermafroditi, il cui patrimonio genetico è identico, e li hanno osservati nelle stesse condizioni ambientali. Se la longevità fosse dipesa solo dai geni o dall’ambiente, i vermi sarebbe morti più o meno nello stesso periodo di tempo. Questo però non è avvenuto.

Gli studiosi hanno potuto così capire che rispetto alla durata della vita entra in gioco un terzo elemento: lo stress ossidativo. Durante lo sviluppo, i C. elegans si erano distinti fra loro per la quantità di ROS prodotti (Reactive Oxygen Species, specie reattive all’ossigeno), ossia di radicali liberi. I vermi che avevano presentato una maggiore presenza di questi durante il primo sviluppo vivevano più a lungo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here