Lo Spazio Vuoto: a Imperia il piccolo-grande teatro celebra 10 anni

Nel cuore di Imperia, in via Bonfante al civico numero 37, ‘Lo Spazio Vuoto’, piccolo, ma grazioso spazio dedicato al teatro e inaugurato il 24 ottobre 2009, compie quest’anno i suoi due lustri di attività raggiunti all’insegna di grandi spettacoli seguiti da un pubblico appassionato, cresciuto con la crescita dello spazio che da alcuni anni si è allargato per poter accogliere tutte le richieste.

Un luogo atipico della cultura che nasce dalla passione per la recitazione e l’arte del palcoscenico di Livia Carli e del suo compagno Gianni Oliveri che, proprio calcando gli assiti dei teatri, si sono conosciuti parecchi anni fa.

Inforimazioni

www.spaziovuoto.com – info@spaziovuoto.com Tel. 0183 960598/329 7433720/373 7007032

Lo Spazio Vuoto, un nome preso in prestito dal testo di Peter Brook, inteso come spazio vuoto in senso orientale, vuoto non vuoto, da riempire, ma anche già pieno: probabilmente pieno dello spirito del teatro che aleggia nella sala dove si respira l’amore che i due attori e i loro collaboratori hanno riposto per creare nel capoluogo della provincia ligure un’isola dedicata a chi vuole vivere e partecipare a un progetto culturale un po’ fuori dagli schemi.

Lo Spazio Vuoto è un ambiente che, alla prima occhiata, incanta e affascina; un territorio della commedia, della tragedia, della rappresentazione del dramma umano, ma anche e soprattutto un luogo dell’anima.

Il sogno di una vita per Livia e Gianni che, nel realizzarlo hanno affrontato una bella sfida e anche un duro lavoro, perché non è facile essere attori e nello stesso tempo registi, ma anche scenografi e, ovviamente, insegnanti. Perché Lo Spazio Vuoto, in particolare, offre ad adulti, giovani e giovanissimi, la possibilità di frequentare corsi di teatro di alto livello che danno loro modo di sperimentare direttamente l’emozione del palcoscenico. Una sfida ampiamente vinta e ripagata, nel corso di questi dieci anni trascorsi, dalle dimostrazioni di adesione e apprezzamento, sia da parte del pubblico, sia della critica e dei tanti attori di prestigio che si sono avvicendati sul suo palcoscenico.

Per festeggiare l’importante traguardo, anche quest’anno la stagione 2019 presenta un cartellone degno della fama ormai consolidata de ‘Lo Spazio Vuoto’ con la rassegna intitolata ‘Sul filo’ che avrà inizio il 19 gennaio con lo spettacolo ‘Max Pisu Recital’, di e con Max Pisu.

Le date

27 gennaio, ‘Cognome e nome Pertini Sandro’ di e con Antonio Carletti e Mirco Bonomi
2 febbraio, ‘Due fratelli’ di Fausto Paravidino, con Gianmaria Lonati Gheller, Matteo Pisu e Federica Re
16 febbraio, ‘Il primo miracolo di Gesù Bambino’ da ‘Mistero Buffo’ di Dario Fo, con Matthias Martelli
22 febbraio, ‘Le difettose’ (liberamente tratto dal romanzo di Eleonora Mazzoni) con Emanuela Grimalda
8 e 9 marzo è la volta di una produzione ‘di casa’ per la regia di Livia e Carli e Gianni Oliveri, ‘Maternity Blues’, di Grazia Versani con Alessandra Brunengo, Cinzia Cuppone, Iole Do Bernardo ed Elena Orsini
24 marzo, ‘L’invenzione senza futuro’, con Federico Giani, Celeste Gugliandolo e Mauro Parrinello
29 marzo, ‘Serafino Gubbio operatore’ di Luigi Pirandello, con Giancarlo Fares
le serate del 12 e 13 aprile e il pomeriggio (alle 17,30) del 14 aprile con ‘Talking Heads’ di Alan Bennett con Livia Carli, Gianni Oliveri e Federica Siri
3 e 4 maggio e in pomeridiana alle 17,30 il 5 maggio con ‘Vincent, solo Vincent’ di Nanni Perotto con Gianni Oliveri e Federica Siri
21, 22 e 23 giugno, fuori abbonamento, lo spettacolo all’aperto (in luogo da destinarsi) ‘La visita della vecchia signora’ di Friedrich Dürrenmatt con gli allievi e la produzione de Lo Spazio Vuoto

Per l’attività didattica, oltre ai normali corsi per bambini, ragazzi e adulti (livello base a avanzato), tenuti dallo scorso ottobre 2018 e che proseguiranno fino a giugno 2019, dagli insegnanti Livia Carli, Gianni Oliveri e Federica Siri), il 30 e 31 marzo l’attore e regista Giancarlo Fares terrà un workshop dal titolo ‘Il racconto a teatro’, aperto a tutti.

Un programma intenso e di altissimo livello con l’appuntamento ai prossimi dieci anni e altri ancora.

Viviana Spada

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here