L’isola di Martinica, gioiello delle Piccole Antille

Se stiamo pensando a una vacanza ai Caraibi, prendiamo subito in considerazione l’isola di Martinica, uno splendido gioiello turistico delle Piccole Antille. Appartiene al territorio francese ed è un’isola vulcanica (1.080 chilometri quadrati) con spiagge bianche, chilometriche, mare turchese e fitte foreste tropicali. Qui il ritmo è tranquillo, proprio adatto a persone che vogliono rilassarsi. Il suo clima è estivo in tutte le stagioni, mai torrido perché rinfrescato con costanza dagli alisei. I mesi migliori per godersi una vacanza in questo luogo sono da dicembre ad aprile, per evitare le precipitazioni.

Martinica è l’isola dai mille colori: percorrendo le sue strade si possono notare piantagioni di banane, di ananas e di canna da zucchero, inoltre fiori meravigliosi, piante e alberi, che ne formano un giardino naturale. È divisa in quattro regioni, diverse per vegetazione, paesaggi, storia e tradizione. Sul mar dei Caraibi, a sud, sono posizionate numerose baie con spiagge bianche, mare tranquillo e a intervalli, parti aride. Qui si può praticare lo snorkeling. Nella parte del sud Atlantico invece, si possono notare vastità di mangrovie e molte isolette al largo, con una natura particolarmente lussureggiante. A nord il mare è molto mosso, con onde violente e le spiagge sono di sabbia nera. In alcuni tratti c’è il divieto di balneazione, in altri si pratica il surf. A nord dell’isola spicca la montagna Pelée, vulcano alto 1.397 metri. Foreste, fiumi e cascate sono la particolarità del nord, mentre al centro, la pianura del Lamentin collega il nord con il sud. Fra le spiagge più belle si possono menzionare: Plage Les Salinas, Le Diamant, l’Anse Noir, la Point du Marin, l’Anse Dufour, l’Anse Charpentier, l’Anse L’Etag.

Oltre alle splendide baie da non perdere è il Fort de France, la capitale e Saint Pierre, l’antica capitale completamente distrutta nel 1902 da un’eruzione vulcanica del Pelée, poi ricostruita. Sono centri pullulanti di negozi, ristoranti e mercati, nelle vie molto strette, tutto tipicamente turistico. Nel Comune di Sainte Marie, nel mezzo di una piantagione di canna da zucchero, sorge un’antica Casa Coloniale, diventata Museo del Rhum, dove si può degustare la bevanda e acquistarne. Molto caratteristiche sono anche la chiesa di Balata e il Jardin de Balata, un giardino botanico, all’interno di una foresta pluviale. Da non perdere sono i bellissimi tramonti.

Per arrivare in Martinica ci sono voli da tutta l’Italia, circa 12 ore di viaggio. È sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio e la moneta che circola è l’euro. Per noleggiare un’auto è sufficiente la patente italiana. La lingua ufficiale è il francese ed è parlato anche il creolo. Per girare l’isola c’è un servizio di autobus o taxi collettivi (furgoncini che trasportano più persone a basso costo).

Se vogliamo goderci in pieno la nostra vacanza, consigliato il Resort All Inclusive Les Boucaniers, (Club Med) situato in posizione ideale, al sud dell’isola. Il ristorante è di stile creolo e la struttura ha un’atmosfera elegante e rilassata. Partenze con volo da Milano/Roma e soggiorno circa 1.600 euro, in base alla stagionalità. Se si preferisce un soggiorno in villa, consigliata la Villa Resinier, sulla spiaggia di Le Diamants, a soli 20 metri dal mare: villa da 6 persone, costo a partire da 1.700 euro, più volo a 500 euro.

Liliana Salvatore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here