Le zanzare pungono sempre voi? Non è un caso, la verità è che siete più appetibili di altri: ecco perché

Vi è mai capitato di essere insieme a un amico sul divano di casa e di essere aggrediti costantemente dalle zanzare mentre lui continua tranquillamente a godersi un film in televisione senza essere sfiorato da questi fastidiosi insetti? No, non siete maledetti, è solo ed esclusivamente una questione di chimica. Ma quali sono gli elementi che spingono una zanzara a scegliere una persona piuttosto che un’altra? Scopriamolo insieme.

I batteri dell’epidermide

La nostra pelle è ricoperta da milioni di batteri che la popolano in maniera non uniforme e che cambiano da persona a persona, tanto che questa fauna batterica è praticamente unica, proprio come la persona che la ospita. Questa diversità è dovuta al patrimonio genetico, alle abitudini alimentari e allo stile di vita, per questo è “altamente personalizzata”. Questi microrganismi hanno la capacità di convertire le secrezioni delle ghiandole sudoripare in diversi composti chimici volatili, che sono in grado di attirare le zanzare. Alcuni batteri riescono a ingolosire le zanzare più di altri.

Sudore e temperatura

Stando a studi recenti, le fastidiosissime zanzare sono particolarmente attratte da acido lattico, acido urico e ammoniaca, tutte sostanze presenti nel sudore umano e che vengono prodotte da ciascun individuo in maniera diversa. Se voi siete particolarmente colpiti dalle zanzare vuol dire che la vostra è una miscela di ottima qualità. Almeno per loro.

Anidride carbonica

Anche l’anidride carbonica, che il nostro organismo diffonde attraverso la respirazione e la traspirazione, è in grado di attirare le zanzare fino a 50 metri di distanza: le persone in sovrappeso sono le più colpite, avendo uno scambio maggiore di ossigeno/anidride carbonica, mentre i bambini vengono in media punti meno degli adulti essendo di corporatura minuta.

Birra e alcol

Nonostante sia una delle bevande simbolo dell’estate, la birra e in generale le altre bevande alcoliche, una volta assunta modifica l’odore del corpo che comincia a sprigionare un ormone che neanche a dirlo attira le zanzare come il polline le api.

Gruppo sanguigno

Anche il gruppo sanguigno influisce sui gusti delle zanzare: sembra che questi insetti preferiscano di gran lunga le persone che hanno un sangue appartenente al gruppo 0. Come lo riconoscono? È stato recentemente dimostrato che l’85% degli esseri umani produce una sostanza chimica che segnala, attraverso l’odore della pelle, il gruppo sanguigno. Le zanzare lo sanno da millenni.

Gravidanza

Le donne in gravidanza emettono il 21% in più di anidride carbonica e la loro temperatura corporea è, in media, più alta di circa mezzo grado rispetto alle persone che non si trovano in stato interessante, ecco perché sono tra le vittime preferite di questi piccoli parassiti volanti che ogni estate ci ricordano quanto sia indispensabile avere almeno una piastrina anti zanzare in casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here