fbpx

L’amore (over 50) ai tempi di internet

Laura Traverso, dipendente comunale in pensione e giornalista, collabora da circa 10 anni con il Gazzettino sampierdarenese e con altri periodici liguri. L’amore ai tempi di internet è il suo primo romanzo e, a dispetto del titolo, è tutt’altro che "rosa". Tra riferimenti colti a Dumas, Shakespeare, Dante e Churchill, si consuma una divertentissima web-love…

Laura Traverso, dipendente comunale in pensione e giornalista, collabora da circa 10 anni con il Gazzettino sampierdarenese e con altri periodici liguri.

L’amore ai tempi di internet è il suo primo romanzo e, a dispetto del titolo, è tutt’altro che “rosa”. Tra riferimenti colti a Dumas, Shakespeare, Dante e Churchill, si consuma una divertentissima web-love story.

 

Laura, come le è venuta l’idea di “ambientare” una storia d’amore ai tempi internet?

Ho sempre voluto scrivere un romanzo, mi piaceva l’idea di parlare di sentimenti, d’ amore… Ma volevo anche renderlo attuale e innovativo: così ho esplorato l’amore su Internet.

Quindi è un romanzo autobiografico?

No, anche se è scritto in prima persona. Vero è che mi sono iscritta ad un sito per incontrare l’anima gemella, un sito serio attraverso il quale ho appreso le dinamiche del funzionamento e conosciuto molte persone. Ho avuto l’aiuto e l’amicizia, tuttora in corso, con Paolo di Treviso e Vittorio di Bari. Ovviamente, con loro, dopo il primo approccio internet, ho dichiarato il motivo per il quale ero lì, dicendo, appunto, che facevo ricerche nel settore per poi scrivere un libro. E loro sono stati stupendi, mi hanno davvero aiutata. Li cito nel romanzo, era il minimo che potessi fare…

La protagonista, una donna di 53 anni, trova l’amore su internet, ma la storia finisce…

Sì Cristina trova l’amore, ma la sua storia con Gian Luca attraversa varie peripezie e il tutto è condito da diversi colpi di scena che rendono intrigante la storia. Non dico altro, mi piacerebbe suscitare l’interesse di qualche lettore…

Il rapporto fra la protagonista e Gian Luca è altalenante, conosce storie a lieto fine?

Mi chiede se conosco storie a lieto fine? Mah, se per lieto fine s’intende “e vissero per sempre felici e contenti” dico no, che non ne conosco. Per me il lieto fine e sapersi togliere dalle situazioni stantie e avviarsi al nuovo che la vita offre. Anche attraverso Internet: grande opportunità dei giorni nostri, per tutto e per tutti.

Quindi che consiglio si sente di dare a chi, a 50 anni, non ha ancora trovato l’anima gemella?

Il consiglio che posso dare è senz’altro quello di iscriversi ad un sito specializzato su Internet. Ce ne sono di seri, e poi, come il mio libro ben spiega, si percepisce quando qualcosa di speciale si mette in atto anche attraverso la tastiera. E quando succede che le persone si incontrano e si piacciono anche fisicamente, il gioco è fatto. Insomma su Internet avviene il contrario rispetto alla vita reale: prima si crea un’intesa, che mi piace definire d’anime, e poi ci si confronta fisicamente.

E’ più romantico così, no?

c.p.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!